Cosa deve fare la controfigura ufficiale della regina

Ogni volta che la regina Elisabetta II compare in televisione, l’evento deve essere organizzato e pianificato meticolosamente, e per questo si fanno delle prove in anticipo. La regina però arriva soltanto poco prima del momento in cui deve parlare, quindi tutte le prove non la coinvolgono. Al posto suo c’è Ella Slack, che da trent’anni lavora come sua controfigura. Quando arriva il suo momento, Slack siede, saluta e si muove dove dovrà farlo la regina, in modo che gli operatori televisivi possano sistemare le luci e mettere a fuoco.

Ogni volta che la regina Elisabetta II compare in televisione, l’evento deve essere organizzato e pianificato meticolosamente, e per questo si fanno delle prove in anticipo. La regina però arriva soltanto poco prima del momento in cui deve parlare, quindi tutte le prove non la coinvolgono.
Al posto suo c’è Ella Slack, che da trent’anni lavora come sua controfigura. Quando arriva il suo momento, Slack siede, saluta e si muove dove dovrà farlo la regina, in modo che gli operatori televisivi possano sistemare le luci e mettere a fuoco.
La sua carriera come controfigura della regina è cominciata quando lavorava alla BBC: uno dei producer che lavorava con lei aveva ricevuto un messaggio dalla regina, che si lamentava del fatto che si era trovata con il sole negli occhi quando era stata fatta la diretta della sua visita al Cenotaph (un memoriale di guerra).
Slack, che aveva la stessa corporatura della regina (contrariamente a tutti quelli che lavoravano nello staff delle dirette, che erano “uomini di un metro e ottanta”), si offrì come controfigura per evitare altri problemi di questo tipo. Da allora è stata sulla carrozza reale, in barca, alle cerimonie di apertura dei lavori del Parlamento inglese (anche se non è mai stata autorizzata a sedersi sul trono), e a molti altri eventi a cui doveva parlare la regina.