16th IAAF World Athletics Championships London 2017 - Day Eight
  • Sport
  • domenica 13 agosto 2017

Mondiali di atletica: il programma di oggi

Nel pomeriggio l'Italia ha l'ultima speranza di vincere una medaglia, la sera ci sono il salto in alto e le staffette 4x400 metri

16th IAAF World Athletics Championships London 2017 - Day Eight
(David Ramos/Getty Images)

I Mondiali di atletica sono arrivati alla giornata conclusiva dopo che nelle gare di ieri ci sono stati diversi risultati sorprendenti: il più clamoroso è stato l’infortunio di Usain Bolt, il più grande velocista di sempre, durante l’ultima gara della sua carriera, la staffetta 4×100 metri. Bolt era l’ultimo corridore della squadra giamaicana, ma pochi metri dopo la sua partenza si è infortunato e si è quasi fermato, accasciandosi poi per terra. La gara è stata vinta dal Regno Unito, la cui squadra ha impiegato un tempo di 37,47 secondi; l’argento è stato vinto dalla squadra statunitense – per la quale correva Justin Gatlin, vincitore dei 100 metri a questi Mondiali – con 37,52 secondi, mentre il bronzo è andato al Giappone, che ci ha messo 38,04 secondi. Si è poi saputo che Bolt ha sofferto di crampi. L’altro risultato inaspettato è stato il secondo posto di Mo Farah nei 5000 metri, corsa in cui era favorito – anche perché era in casa – e in cui è stato battuto dall’etiope Muktar Edris.

Per quanto riguarda l’Italia, si giocava soltanto una gara: le batterie della staffetta 4×400 metri femminile. La squadra italiana però è andata male, soprattutto per via di una prestazione deludente di Libania Grenot. Nelle altre gara, la russa Mariya Kuchina-Lasitskene ha vinto l’oro nel salto in alto, senza però riuscirà ad avvicinarsi all’altezza di 2,06 che aveva saltato in questa stagione, mentre il tedesco Johannes Vetter ha vinto l’oro nel lancio del giavellotto, con 89,89 metri. Gli Stati Uniti hanno vinto la 4×100 metri femminile, con un tempo di 41,82 secondi, il francese Kevin Mayer ha vinto l’oro nel decathlon e l’australiana Sally Pearson quello nei 100 metri ostacoli, cinque anni dopo la vittoria alle Olimpiadi di Londra.

Le gare di oggi ai Mondiali di atletica

Tra le gare di oggi, gli atleti e le atlete italiani sono tra la mattina e il pomeriggio: le ultime speranze di vincere una medaglia per l’Italia sono nei 20 chilometri di marcia femminili, che cominciano alle 13.20. Tra le gare serali c’è il salto in alto maschile, gli 800 e i 5000 metri femminili, e le due staffette 4×400 metri. Il sito OA Sport, tra i più completi in Italia sull’atletica (e in generale sullo sport), segue la giornata con un liveblog.

Ore 8.45: 50km di marcia maschile
Ci sono due italiani in gara, Marco De Luca e Michele Antonelli, ma non sono tra i favoriti per finire ai primi posti.

Ore 13.20: 20km di marcia femminile
È l’ultima gara in cui l’Italia può sperare di vincere una medaglia, evitando così di finire il Mondiale senza. La podista Eleonora Giorgi è quella che ha più possibilità di vincerla: è arrivata quarta alle Olimpiadi di Rio e quinta agli ultimi mondiali, e ha 26 anni. Gareggiano però anche Antonella Palmisano e Valentina Trapletti, e soprattutto la prima ha qualche possibilità.

Ore 15.20: 20km di marcia maschile
Anche in questa gara ci sono tre atleti italiani, Francesco Fortunato, Matteo Giupponi, Giorgio Rubino, senza però concrete possibilità di piazzamenti.

20.00: Salto in alto maschile (finale)
Il favorito è il qatariota Mutaz Essa Barshim, che in questa stagione ha saltato 2,38 e ha vinto l’argento a Rio 2016: anche perché non ci sarà il canadese Derek Drouin, che alle ultime Olimpiadi aveva vinto l’oro. C’è però l’ucraino Bohdan Bondarenko, campione mondiale nel 2013.

20.10: Lancio del disco femminile (finale)
Alle ultime Olimpiadi aveva vinto la croata Sandra Perkovic, ma sono da tenere d’occhio anche le tedesche Nadine Mueller e Julia Harting e la campionessa mondiale in carica, la cubana Denia Caballero.

20.35: 5000 metri femminile (finale)
Solitamente lo stesso atleta è favorito per la vittoria dei 10000 e dei 5000 metri, ma quest’anno per esempio Mo Farah non ci è riuscito. L’etiope Almaz Ayana ha già vinto la prima disciplina, e stasera è la favorita, ma ci sono diverse altre atlete che potrebbero soffiarle l’oro. 

21.10: 800 metri femminile (finale)
La grande favorita è come al solito la sudafricana Caster Semenya, due volte campionessa olimpica e altrettante mondiale.

21.30: 1500 metri maschile (finale)
I kenyani Asbel Kiprop, Elijah Manangoi e Vivian Cheruiyot potrebbero occupare tutto il podio, ma vanno tenuti d’occhio anche il polacco Marcin Lewandowski, il neozelandese Nicholas Willis e il marocchino Fouad Elkaam, consiglia il sito OA Sport.

21.55: 4×400 metri femminile (finale)
22.15: 4×400 metri maschile (finale)
Gli Stati Uniti sono i grandi favoriti, mentre per il resto del podio le favorite sono le atlete e gli atleti di Giamaica e Regno Unito.

Mostra commenti ( )