• Sport
  • sabato 12 agosto 2017

Mondiali di atletica: le gare di oggi

L'ultima di Usain Bolt, l'ultima nei 5000 metri di Mo Farah, e la notevole finale del lancio del giavellotto, tra le altre cose

(David Ramos/Getty Images)

I Mondiali di atletica di Londra sono arrivati oggi alla penultima giornata. Nelle gare di ieri, l’altista italiano Gianmarco Tamberi è stato eliminato nelle qualificazioni del salto in alto, mancando così la finale: Tamberi ha fatto il suo record stagionale, saltando 2,29 metri, ma non è bastato. Ieri c’è stata anche la finale dei 200 metri femminili, vinta dall’olandese Dafne Schippers con un tempo di 22,05 secondi: ha battuto l’ivoriana Marie-Josée Ta Lou, che ci ha messo 22,08 secondi, vincendo l’argento. La statunitense Brittney Reese ha invece vinto il quarto oro mondiale in carriera nel salto in lungo, con 7,02 metri. Nel lancio del martello maschile, il polacco Pawel Fajdek ha lanciato a 79,91 metri, vincendo l’oro: l’italiano Marco Lingua si è classificato decimo, con 75,13 metri. La finale dei 3000 siepi femminili è stata vinta dalla statunitense Emma Coburn, con un tempo di 9:02,58.

Il programma dei Mondiali di atletica di oggi

Oggi l’Italia gareggia soltanto alle 12.20, mentre stasera si aspettano soprattutto tre gare: la finale del lancio del giavellotto, di livello altissimo; la finale dei 5000 metri, gli ultimi di Mo Farah; e soprattutto la finale dei 4×100 metri, l’ultima di Usain Bolt.

Ore 12.20: 4×400 femminile (batterie)
L’unica gara di oggi alla quale parteciperà l’Italia è la staffetta della 4×400 metri femminile, di cui si terranno le batterie alle 12.20. Si qualificano le prime due squadre di entrambe le batterie in programma. A gareggiare per l’Italia dovrebbero essere la campionessa europea Libania Grenot, Maria Benedicta Chigbolu, Ayomide Folorunso e Maria Enrica Spacca. L’Italia, che si era qualificata per le finali a Rio 2016, ha buone possibilità di passare il turno, ma le squadre avversarie sono piuttosto forti: soprattutto le Bahamas, la Giamaica, l’Ucraina e la Polonia.

Ore 20.05: salto in alto femminile (finale)
La grande favorita è la russa Maria Kuchina-Lasitskene, che non ha partecipato alle Olimpiadi di Rio per via della squalifica alla Russia ma che è in ottima forma, e quest’anno ha saltato 2,06 metri. Tra le atlete che si giocano il podio, secondo il sito OA Sport, ci sono la polacca Kamila Licwinko, la statunitense Vashti Cunningham, la britannica Morgan Lake, la spagnola Ruth Beitia e la lituana Airine Palsyte.

Ore 21.05: 100 metri ostacoli femminile (finale)
La campionessa olimpica del 2012 Sally Pearson, australiana, è considerata la favorita, ma ci sono le quattro atlete statunitensi che possono contenderle l’oro: Kendra Harrison, Dawn Harper Nelson, Nia Ali e Christina Manning.

Ore 21.15: tiro del giavellotto maschile (finale)
Sarà una finale probabilmente di alto livello, visto che i due tedeschi Johannes Vetter e Thomas Roehler sono in gran forma e quest’anno hanno registrato il secondo e il terzo miglior lancio di sempre, con 94,44 e 93,90 metri, a Lucerna e a Doha. Il record mondiale rimane quello del ceco Jan Železný, di 98,48, stabilito nel 1996. Tra i favoriti per l’ultimo posto del podio c’è il kenyano Julius Yego, campione del mondo in carica.

Ore 21.20: 5000 metri maschile (finale)
Sarà l’ultima gara dei 5000 metri di Mo Farah, il grande mezzofondista britannico campione olimpico dei 5000 metri piani e dei 10000 metri piani a Londra 2012 e Rio de Janeiro 2016: ha detto che dopo questi mondiali correrà le maratone. È in casa, e ha già vinto i 10000 metri: vorrà ritirarsi dalla sua storica disciplina come si deve.

Ore 21.45: Decathlon, 1500 metri

Ore 22.30: 4×100 metri femminile (finale)
Le due squadre più forti sembrano la Giamaica e gli Stati Uniti, rispettivamente guidate da Elaine Thompson e Tori Bowie.

Ore 22.50: 4×100 metri maschile (finale)
Sarà l’ultima gara di Usain Bolt, il più grande velocista di sempre, che ai 100 metri ha vinto soltanto il bronzo, a sorpresa. La sua squadra, la Giamaica, se la vedrà molto probabilmente con gli Stati Uniti di Justin Gatlin, mentre il terzo posto potrebbero contenderselo Francia, Regno Unito e Trinidad e Tobago.

 

Mostra commenti ( )