Apple ha tolto dal suo App Store cinese alcune app per aggirare la censura su internet

Apple ha rimosso dalla versione cinese del suo App Store – quello da cui si scaricano le app – alcune app che sono usate dagli utenti per accedere ai siti e contenuti oscurati dal governo per motivi di censura. Queste app permettono, in breve, di fingere di trovarsi all’estero e di avere quindi accesso a programmi e applicazioni altrimenti censurati dalla Cina. ExpressVPN, una delle società la cui app è stata tolta dall’App Store cinese, ha detto di aver ricevuto una lettera in cui Apple diceva di averlo fatto «perché l’app aveva contenuti illegali in Cina». Apple ha spiegato di aver ricevuto un comunicato del governo cinese che diceva che tutti i servizi di quel tipo avrebbero dovuto ottenere una licenza governativa.

(SAM YEH/AFP/Getty Images)