• Sport
  • domenica 16 luglio 2017

Lewis Hamilton ha vinto a Silverstone

Il pilota della Mercedes è rimasto sempre primo, mentre dietro di lui negli ultimi giri è successo di tutto

(HANDREJ ISAKOVIC/AFP/Getty Images)

Il pilota britannico della Mercedes Lewis Hamilton ha vinto il Gran Premio di Formula 1 della Gran Bretagna a Silverstone: era partito in pole position dopo delle grandi qualifiche, e ha mantenuto la posizione per tutta la durata della gara. Il pilota finlandese della Ferrari Kimi Raikkonen, che partiva secondo, gli è rimasto dietro di pochi secondi fino al penultimo giro, quando ha avuto un problema a una ruota anteriore ed è dovuto uscire momentaneamente, concludendo al terzo posto. Al secondo posto è arrivato Valtteri Bottas della Mercedes, che pur partendo dalla nona posizione – per via di una penalità – ha fatto una grande rimonta. Sebastian Vettel, primo nella classifica generale, nella prima metà della gara ha avuto un lungo e intenso confronto con Max Verstappen della Red Bull, con molti tentativi di sorpasso piuttosto emozionanti: ha però forato al penultimo giro, e ha perso molte posizioni, concludendo al settimo posto. Verstappen ha concluso al quarto posto, davanti al compagno di squadra Daniel Ricciardo, che era partito penultimo.

Ora in classifica generale Vettel ha soltanto un punto di vantaggio su Hamilton: il primo ne ha 177, il secondo 176. Prima di oggi erano separati da 20 punti. Il terzo è sempre Bottas con 154 punti, il quarto Ricciardo con 114 e il quinto Raikkonen con 98.

Hamilton e Grosjean hanno litigato nelle qualifiche

Durante le qualifiche c’era stato un episodio sospetto tra Hamilton e Grosjean: il secondo ha accusato il primo di averlo rallentato durante il suo giro migliore, aspettandolo e poi ripartendo velocemente dopo avergli ostruito la strada. Grosjean aveva poi detto: «Sono furioso con Hamilton perché ho perso 3-4 decimi e senza potevo fare 9° o 8°. Mi aspetto una penalità per lui perché questo non è il giusto comportamento da avere in qualifica: siamo in dieci e serve dare spazio a tutti». Sull’incidente è stata fatta un’indagine, ma per Hamilton non è stata decisa nessuna penalità.

Veloce ripasso del Gran Premio d’Austria

È stata la giornata di Bottas, pilota finlandese alla sua seconda vittoria stagionale, dopo quella del Gran Premio di Russia, anche in quel caso davanti a Vettel. Bottas è partito dalla pole position ed è rimasto in testa per tutto il Gran Premio, arrivando al traguardo 6 decimi di secondo prima di Vettel e 6 secondi prima di Daniel Ricciardo, australiano della Red Bull. Hamilton, partito dall’ottava posizione per via di una penalizzazione, è riuscito a rimontare fino a tagliare il traguardo al quarto posto. La cosa che ci ricorderemo del Gran Premio d’Austria sarà però soprattutto la gran partenza di Bottas: a molti è sembrata una partenza anticipata ma la giuria ha deciso che, grazie a un calcolo accurato e alla fortuna, è riuscito a sincronizzare i suoi movimenti in modo da partire prima di tutti, ma restando entro i limiti concessi dal regolamento per appena un millesimo di secondo.

Mostra commenti ( )