• Video
  • martedì 20 giugno 2017

È vero che il “binge watching” fa male?

Guardare un’intera serie su Netflix tutta in una volta, o giocare a un videogioco tutta la notte ha delle conseguenze fisiche di cui dovremmo preoccuparci?

Un video di AsapSCIENCE cerca di rispondere cominciando dagli effetti sulla vista.
Normalmente sbattiamo le palpebre 18 volte al minuto. Quando fissiamo uno schermo, il numero delle volte che sbattiamo le palpebre si riduce notevolmente, e questo ci dà la sensazione di occhi arrossati e stanchi. Negli adulti è un fastidio di breve durata.
Nei bambini però, anche solo il fatto di stare molte ore chiusi in casa può avere delle conseguenze permanenti: i bambini che passano molto tempo all’interno hanno più probabilità di diventare miopi, perché esercitano gli occhi a mettere a fuoco soltanto oggetti vicini. Secondo alcuni studiosi, poi, essere esposti alla luce del sole ha un ruolo fondamentale nello sviluppo delle capacità dell’occhio.

Per quanto riguarda il resto del corpo, secondo alcuni studi le persone che guardano meno tv bruciano più calorie, anche se non fanno più attività fisica degli altri. È il fatto di fare attività che richiedono uno sforzo mentale che fa bruciare loro più calorie.
Guardare la tv o uno schermo poco prima di dormire può causare insonnia o peggiorarla. Negli uomini che guardano più di 20 ore di tv la settimana si è osservato un calo della fertilità.
In sostanza sì, se esageriamo rischiamo di fare danni, ma – rassicura il video – avere un rapporto equilibrato con i nostri schermi è possibile.