Specchi veri e specchi d’acqua

Che invece di riflettere la nostra immagine ci fanno vedere più lontano, nelle foto di Murray Fredericks al Lago Eyre

Mirror 12, 2017 © Murray Fredericks

Dal 2003 il fotografo australiano Murray Fredericks fotografa il lago Eyre, che si trova in Australia ed è il lago salato più grande al mondo. Il suo progetto più recente si intitola Salt: Vanity e raccoglie fotografie che ha scattato dopo aver posizionato alcuni specchi in mezzo al lago, per aggiungere un’ulteriore superficie riflettente a quella naturale dell’acqua.

Fredericks spiega che:

«Lo specchio può essere visto come un emblema dell’ossessione di noi stessi, sia individualmente che collettivamente. Nella serie “Vanity”, invece di riflettere la nostra immagine superficiale, lo specchio è posizionato in modo tale da attirare il nostro sguardo fuori e lontano da noi, verso il contesto, lasciandoci coinvolgere emotivamente dalla luce, dal colore e dallo spazio».

Questo video mostra come Fredericks ha lavorato alla preparazione del set fotografico, posizionando gli specchi e ancorandoli con sacchi di sabbia.

Salt: Vanity è in mostra alla Hamiltons Gallery di Londra, e sarà visitabile fino al 16 giugno.

Mostra commenti ( )