grafico-vaccini

Ecco i benefici dei vaccini, misurati e dimostrati

Un grafico mostra bene com'è cambiata negli Stati Uniti l'incidenza di gravi malattie dopo l'introduzione dei vaccini

grafico-vaccini
(J. You/Science (Data) Centers for Disease Control and Prevention)

Il sito della rivista scientifica Science, una delle più importanti e rispettate al mondo, ha pubblicato un grafico che mostra efficacemente i benefici portati negli ultimi 70 anni dall’introduzione dei vaccini, che hanno permesso di tenere sotto controllo malattie molto diffuse e pericolose responsabili della morte di migliaia di persone ogni anno. I dati sono riferiti agli Stati Uniti e basati sulle informazioni raccolte nei decenni dai Centri per la prevenzione e il controllo delle malattie, tra i più importanti organismi di controllo della sanità statunitense. La dimensione di ogni cerchio è proporzionale al numero di casi della malattia segnalati in un anno, mentre i cerchi arancioni indicano l’anno in cui è stato approvato e introdotto l’utilizzo di un vaccino.

I casi di morbillo, dei quali c’è un preoccupante aumento in Italia da qualche mese, sono diminuiti enormemente grazie al vaccino introdotto nei primi anni Sessanta. In cinque anni si è passati da quasi 400mila casi segnalati a 22mila (ci sono state comunque oscillazioni, dovute a diverse variabili, comprese segnalazioni errate o ridondanti). Le vaccinazioni su larga scala contro difterite e poliomielite nella prima metà del Novecento hanno permesso di eliminare quasi completamente le due malattie, che causavano centinaia di morti ogni anno e lasciavano segni e disabilità permanenti. Gli aumenti recenti dei casi segnalati sono dovuti in parte alle campagne dei gruppi contro i vaccini, che hanno portato a una riduzione della copertura e quindi esposto i non vaccinati a maggiori rischi (non tutti si possono vaccinare, per esempio se hanno particolari condizioni di salute). Le diffidenze sui vaccini derivano in primo luogo dalla convinzione che abbiano un legame con l’autismo, nata a causa di una delle più grandi e gravi frodi scientifiche dell’ultimo secolo.

vaccini

(Grafico: J. You/Science (Data) Centers for Disease Control and Prevention)

Mostra commenti ( )