• Mondo
  • martedì 12 luglio 2016

La Repubblica Ceca ha un nuovo nome

Le Nazioni Unite hanno accettato la richiesta di usare "Czechia" come versione abbreviata ufficiale, dopo anni di discussioni

(MICHAL CIZEK/AFP/Getty Images)

Le Nazioni Unite hanno accettato la richiesta della Repubblica Ceca di potere utilizzare ufficialmente il nome abbreviato in inglese “Czechia” (“Cechia” in italiano), mettendo fine a quasi 20 anni di discussioni sulla necessità di adottare un nome più amichevole e pratico da usare per il commercio internazionale, le relazioni diplomatiche e lo sport. Benché non ancora ufficiale, il nome Cechia era già utilizzato da tempo, soprattutto per fare riferimento alle squadre nazionali del paese in diverse discipline sportive, ma mancava ancora un riconoscimento ufficiale da parte dello UNGEGN, il gruppo di esperti delle Nazioni Unite che mantiene organizzati i nomi geografici in giro per il mondo.

Il termine Czechia è ora indicato come nome abbreviato nell’elenco dello UNGEN, insieme al nome formale Repubblica Ceca, che comunque continua a esistere ed essere quello ufficiale del paese. La stessa cosa, del resto, avviene per buona parte dei paesi del mondo, che hanno nomi brevi usati da tutti anche a livello politico per distinguersi l’uno dall’altro, e nomi più lunghi e formali usati per lo più in documenti ufficiali e accordi diplomatici. Nel nostro caso, per esempio, “Italia” è il nome abbreviato, mentre quello completo è “Repubblica Italiana”.

L’aggiunta del nome negli elenchi delle Nazioni Unite risolve un problema che si trascinava dal 1993, anno in cui la Cecoslovacchia si divise in due paesi diversi con una decisione parlamentare assunta l’anno prima: da una parte la Slovacchia e dall’altra la Repubblica Ceca. La divisione portò a qualche complicazione su come chiamare informalmente la Repubblica Ceca, ha spiegato una portavoce del ministero degli Esteri ceco a Bloomberg: “Volevamo avere finalmente un nome abbreviato ufficiale in inglese, come hanno molte altre nazioni, e come abbiamo già in buona parte delle lingue, compreso il ceco. Non obbligheremo nessuno a usare la versione abbreviata, ma desideravamo indicare il modo corretto di usarla”.

La scelta di ufficializzare l’utilizzo di Czechia in inglese era stata assunta dal governo ceco lo scorso aprile, dopo una riunione con il presidente della Repubblica Ceca e altri funzionari. Già tre anni fa, il presidente Miloš Zeman aveva invitato a usare Czechia come forma abbreviata e alternativa per il nome del paese, ma aveva incontrato diverse resistenze tra i partiti politici, preoccupati che il nuovo nome potesse in qualche modo mettere in secondo piano quello ufficiale, ottenuto 20 anni prima e dopo una storia complicata per il paese. La scelta di rendere facoltativo il suo utilizzo ha ridotto queste preoccupazioni.

In molte lingue il nome abbreviato era comunque già usato da tempo e attestato più o meno formalmente in diversi paesi. L’italiano ha due varianti, quella prevalente Repubblica Ceca e la meno utilizzata Cechia, il tedesco usa invece quasi unicamente il corrispettivo del secondo, ossia Tschechien, e lo stesso fanno il russo e il bulgaro (Чехия, cioè Chekhia), il greco (Τσεχία, Tsechia), il bosniaco, il macedone, il croato, lo sloveno e il serbo con Češka, le lingue nordiche (Tsjekkia in norvegese, Tjeckien in svedese, Tjekkiet in danese), l’olandese Tsjechië e l’albanese Çeki.

Mostra commenti ( )