Un tizio dice che Beyoncé gli ha copiato Lemonade

Si chiama Matthew Fulks, è un regista indipendente americano: per dimostrarlo ha fornito 9 esempi di scene secondo lui copiate

Matthew Fulks, un regista indipendente americano, autore televisivo e direttore creativo di WDRB, una stazione radio locale di Louisville in Kentucky, ha fatto causa alla cantante americana Beyoncé, accusandola di avere copiato diverse scene del trailer di Lemonade, il film che accompagna il suo ultimo e omonimo disco, uscito lo scorso aprile. Fulks sostiene che almeno nove scene di Lemonade siano copiate da Palinoia, un cortometraggio musicale e onirico da lui diretto. In tutto le nove scene occupano 39 secondi del trailer di Lemonade, sui 60 totali. Fulks dice che nel 2015 fu contattato dagli MS MR, un duo pop dell’etichetta Columbia che a sua volta fa parte di Sony, la casa discografica di Beyoncé. I MS MR volevano che Fulks dirigesse un loro video e nelle fasi preparatorie Fulks inviò a diverse persone coinvolte nel progetto il link a Palinoia: tra questi c’era Bryan Younce, un produttore che ha lavorato a dei video di Beyoncé e che è vice presidente della produzione video alla Columbia. Nel 2015 Younce propose a Fulks di lavorare a un video per Columbia, e pochi mesi dopo cominciarono le riprese di Lemonade. Fulks ha fatto causa a Sony, a Columbia e agli studi cinematografici Parkwood Entertainment, chiedendo di essere compensato economicamente per aver sfruttato illegalmente il suo film. Dice che oltre alle scene secondo lui copiate, in generale Lemonade è simile a Palinoia, in quanto montaggio di video con musica di sottofondo e perché in entrambi c’è una voce narrante che recita poesie. Nella sua causa legale, disponibile online, Fulks ha allegato nove esempi di immagini del trailer di Lemonade e di Palinoia affiancate, per dimostrare il presunto plagio: in realtà, almeno apparentemente, sono scene non particolarmente simili, o comunque piuttosto comuni e diffuse nel linguaggio cinematografico contemporaneo.

Il trailer di LemonadePalinoia: