Immagini dell’Emilia industriale

Una mostra al MAST di Bologna raccoglie i lavori di Olivo Barbieri, Gabriele Basilico e altri fotografi italiani e no

Magazzino moderno di William Guerrieri, in mostra al MAST di Bologna (
© William Guerrieri)

Fino all’11 settembre il MAST di Bologna ospita una mostra di fotografie e video realizzati da artisti italiani e stranieri, dedicata al lavoro e al paesaggio dell’Emilia-Romagna. Si intitola Ceramica, latte, macchine e logistica – Fotografie dell’Emilia-Romagna al lavoro e presenta 200 immagini e una trentina di volumi fotografici che raccontano l’evoluzione del paesaggio industriale emiliano-romagnolo negli ultimi decenni, dalle piccole imprese ai grandi impianti dell’industria ceramica, alimentare e meccanica.

La mostra raccoglie opere di Gabriele Basilico, William Guerrieri, Paola De Pietri, Carlo Valsecchi, Olivo Barbieri, Franco Vaccari, Guido Guidi, Marco Zanta, Simone Donati, Enrico Pasquali, Tim Davis, John Gossage, Walter Niedermayr, Bas Princen e Lewis Baltz. Le fotografie e i video sono accompagnati da immagini di scena del film Il deserto rosso (1964) di Michelangelo Antonioni, il primo lungometraggio a colori girato in parte a Ravenna dal grande regista originario di Ferrara.

Nella seconda metà del Novecento il paesaggio “tra la via Emila e il west” ha avuto un ruolo importante per la fotografia italiana: è per esempio uno dei soggetti più amati da Luigi Ghirri (1943-1992) e da altri importanti fotografi che hanno seguito i suoi insegnamenti. Fino al 2 ottobre, all’Abbazia di Valserena, in provincia Parma, c’è un’altra mostra sul paesaggio emiliano: si intitola Esplorazioni dell’archivio. Fotografie della Via Emilia e raccoglie le più interessanti tra le oltre 9 milioni di foto d’archivio sulla via Emilia e i luoghi che attraversa, scattate tra la fine dell’Ottocento e gli anni Ottanta del Novecento. La via Emilia è stata anche al centro dell’undicesima edizione di Fotografia Europea, il festival che dal 2006 ha luogo a Reggio Emilia e che quest’anno si è svolto dal 6 all’8 maggio. Le mostre organizzate per l’occasione sono aperte fino al 10 luglio.

In occasione della mostra Ceramica, latte, macchine e logistica durante l’orario di visita al MAST è proiettato il documentario Le radici dei sogni – L’Emilia-Romagna tra cinema e paesaggio, girato nel 2015 da Francesca Zerbetto e Dario Zanasi: racconta come i paesaggi emiliano-romagnoli sono stati rappresentati nei lavori di alcuni importanti registi del cinema italiano e internazionale (dal minuto 00:40 del trailer qui sotto ne avrete un buon esempio).

Mostra commenti ( )