the complete peanuts obama

La prefazione di Barack Obama all’ultima raccolta dei Peanuts

Dove ha scritto, tra le altre cose, che «non sono mai cresciuto troppo per smettere di leggerli»

the complete peanuts obama
Dettaglio della copertina dell'ultimo volume di The complete Peanuts, che contiene le strisce realizzate da Charles M. Schulz dal 1 gennaio 1999 al 13 febbraio 2000 (Fantagraphics)

Il 10 maggio uscirà negli Stati Uniti il penultimo volume di The Complete Peanuts, la raccolta in cui per la prima volta sono pubblicate tutte le strisce realizzate da Charles M. Schulz nella sua carriera. Il penultimo volume, il venticinquesimo, contiene le strisce dei Peanuts uscite dal 1 gennaio 1999 al 13 febbraio 2000, giorno successivo alla morte di Schulz, e una prefazione scritta dal presidente degli Stati Uniti Barack Obama:

Come milioni di americani, sono cresciuto con i Peanuts. Ma non li ho mai abbandonati.
Ovunque ho vissuto, ovunque ho viaggiato, ogni mattina ho potuto trovare quelle tre o quattro vignette sul giornale. E Charlie, Snoopy, Linus, Lucy, Franklin e tutti quanti mi hanno riportato all’infanzia.
È questo che rendeva Charles Schulz così bravo: trattava l’infanzia con tutta la dolce e significativa complessità che merita. Dava voce a tutte le sue gioie e a tutte le sue ansie, uno spettro di emozioni che vanno dall’inizio di una nuova stagione del baseball al sofferto “Augh” che arriva con la sconfitta in una partita importante. Indagava le emozioni dei ragazzini che dimentichiamo troppo spesso fino a che non ci viene ricordato che le abbiamo provate anche noi, un tempo. Speranza. Incertezza. L’acuto dolore di un amore non corrisposto. L’esplorazione di sé e di cosa significhi essere diversi. La confortevole consapevolezza che andrà tutto a posto, anche se il parere di Lucy non è buonissimo.
Per decenni, i Peanuts sono stati la nostra coperta di Linus. Questo ne fa un tesoro per l’America.
Nella sua striscia finale, Schulz si chiese come avrebbe mai potuto dimenticare la banda dei Peanuts. Grazie a una straordinaria serie di libri che raccolgono tutte le strisce dei Peanuts, noialtri non li dimenticheremo: e possiamo condividere il nostro amore per loro con i nostri figli e nipoti per i decenni a venire.

Tra i personaggi famosi che hanno scritto una prefazione per un volume di The Complete Peanuts prima di Obama ci sono i fumettisti Matt Groening e Garry Trudeau (secondo e diciannovesimo volume), gli scrittori Jonathan Franzen e Lemony Snicket (quarto e ventesimo volume), gli attori Whoopi Goldberg e Alec Baldwin (quinto e quattordicesimo volume).

Il primo volume della raccolta è stato pubblicato nel 2004: lo stesso Schulz si era accordato con Gary Groth, presidente e cofondatore dell’editore indipendente Fantagraphics Books, sui termini per la pubblicazione. Dal 2004 ogni anno sono usciti due volumi, uno ogni sei mesi. The Complete Peanuts è la prima raccolta delle strisce di Schulz che non è un’antologia: quando anche il venticinquesimo volume sarà uscito, conterrà tutte le strisce dei Peanuts esistenti, circa 18mila. Ogni volume della serie ha venduto tra le 15mila e le 20mila copie negli Stati Uniti, a cui si aggiungono 20mila copie dei cofanetti che raccolgono i due volumi annuali: l’alto numero di vendite ha permesso alla Fantagraphics Books di resistere durante gli anni della crisi, ha detto Groth al New York Times.

In italiano è pubblicata dalla Panini Comics, che ha mantenuto il titolo originale senza tradurlo. Il prossimo volume che uscirà in Italia è il ventitreesimo, quello che contiene le strisce dal 1995 al 1996: sarà disponibile dal 17 marzo. Il ventiseiesimo volume, che dovrebbe uscire negli Stati Uniti il prossimo ottobre, non conterrà strisce, ma materiali di altro genere legati ai Peanuts: fiabe, tavole singole, disegni pubblicitari, illustrazioni per libri, fotografie e anche una ricetta. La vedova di Schulz, Jean Schulz, scriverà una postfazione per il volume.

Mostra commenti ( )