20 hotel dei libri che esistono davvero

Ci sono alcuni grandi hotel di lusso di New York e Londra e anche un ex hotel di Venezia dove è ambientato un romanzo di Thomas Mann

Il tetto del Carlyle Hotel di New York (Rosewood Hotels)

Molti romanzi classici della letteratura anglosassone sono ambientati in lussuosi hotel in giro per il mondo. Alcuni esistono veramente, altri sono in parte ispirati ad alberghi reali. Siccome è sempre divertente cercare le corrispondenze tra la realtà e la finzione di libri e film, il Telegraph ha messo insieme un elenco di venti hotel realmente esistenti che compaiono in romanzi famosi o sono stati frequentati da alcuni importanti scrittori. Sono quasi tutti hotel di lusso e molti si trovano negli Stati Uniti o nel Regno Unito: due sono a New York, due a Londra. Alcuni sono anche stati set cinematografici, altri hanno la fama di essere infestati dai fantasmi. L’unico italiano, l’Hotel des Bains del Lido di Venezia, è stato chiuso molti anni fa e recentemente è stato trasformato in un complesso di appartamenti di lusso dopo un lungo periodo di abbandono.

Tra quelli americani si sono l’Hotel Plaza di New York e il Monteleone di New Orleans: entrambi sono stati frequentati da Truman Capote, l’autore di Colazione da Tiffany, e sono stati inclusi nella lista dei luoghi letterari dall’associazione United for Libraries. Sono gli unici hotel della lista (che comprende case dove hanno vissuto alcuni scrittori letterari, musei e altri luoghi che compaiono in romanzi) insieme alla Tavola Rotonda dell’Hotel Algonquin di New York (che però non è nella lista del Telegraph), che dal 1919 al 1929 ospitò l’omonimo circolo letterario, di cui faceva parte la scrittrice Dorothy Parker.

Mostra commenti ( )