twitter

Twitter ha una nuova timeline per i tweet migliori

È stata aggiunta l'opzione "Mostrami i tweet migliori per primi" che modifica il classico ordine cronologico, ma non è obbligatoria

twitter
(Getty Images)

Come era stato anticipato nel fine settimana, Twitter ha aggiunto una nuova opzione, molto discussa, che serve per vedere una selezione di tweet scelti dagli algoritmi del social network tra gli account che si seguono, al posto della classica cronologia con tutti i tweet più recenti. La nuova funzionalità per la timeline si chiama “Mostrami i tweet migliori per primi” ed è disponibile sia sulla versione classica di Twitter accessibile da browser, sia sulle applicazioni del social network per smartphone e tablet con iOS (Apple) e Android (Google). La nuova opzione è stata diffusa da poco e potrebbero essere necessarie alcune ore prima che sia disponibile per tutti gli account.

A differenza di quanto era stato ipotizzato nei giorni scorsi, con parecchie proteste da parte di molti iscritti a Twitter, il nuovo sistema è opzionale e non viene attivato in modo predefinito su tutti i profili. Per attivare “Mostrami i tweet migliori per primi” si deve selezionare l’opzione all’interno delle impostazioni di Twitter, seguendo queste indicazioni:

• Twitter.com – dalla pagina delle impostazioni del proprio account l’opzione è disponibile alla voce “Cronologia” nella sezione “Contenuti”;

• iOS – dal proprio profilo, si tocca l’icona dell’ingranaggio, poi si accede alle impostazioni del proprio account e infine alla voce “Cronologia” si sceglie “Personalizzazione cronologia”, viene quindi mostrato un tasto da attivare o disattivare a seconda che si voglia o meno la nuova opzione;

• Android – si tocca l’icona con i tre puntini in verticale, poi si sceglie la voce “Impostazioni” e dalla schermata che appare “Cronologia”, a questo punto si accede all’opzione che può essere attivata o disattivata.

“Mostrami i tweet migliori per primi” ricorda molto una funzione già mostrata da tempo a diversi utenti e che serviva per visualizzare i tweet più rilevanti pubblicati dai profili che si seguono dalla volta precedente in cui era stata utilizzata l’applicazione per smartphone. La nuova opzione riprende quel concetto e lo estende, promettendo di mostrare contenuti più pertinenti e rilevanti per ogni utente. Se si attiva l’opzione, la timeline di Twitter viene temporaneamente divisa in due: in alto in bella evidenza si possono leggere i tweet migliori, elencati comunque sempre in ordine cronologico inverso, poi segue una seconda sezione con tutti i tweet. Se si aggiorna la pagina, la timeline con i tweet migliori scompare e il sistema torna a funzionare normalmente.

Nel fine settimana alcuni siti di informazione statunitensi avevano anticipato il funzionamento della modifica, fraintendendo però alcune sue caratteristiche e dicendo che la nuova timeline avrebbe sostituito quella in ordine cronologico, provocando grandi proteste da parte degli iscritti che si erano anche inventati l’hashatg #RIPTwitter. In seguito alle critiche, il CEO di Twitter, Jack Dorsey, aveva scritto una serie di tweet per rassicurare tutti, dicendo che l’ordine cronologico dei tweet e l’aggiornamento in tempo reale dei contenuti sono caratteristiche chiave di Twitter e che non c’era mai stata alcuna intenzione di cambiarle.

A ottobre Jack Dorsey è tornato a essere ufficialmente il CEO di Twitter, incarico che aveva ricoperto già tra il 2007 e il 2008 e temporaneamente nell’estate in attesa di essere confermato dal consiglio di amministrazione. In questi mesi si è dato da fare per rilanciare il social network, che sta faticando a ottenere nuovi iscritti e a generare ricavi attraverso la pubblicità, cosa che preoccupa gli investitori con cali delle prestazioni del suo titolo in borsa.

Twitter ha la necessità di attirare un maggior numero di utenti e, soprattutto, di mantenere il loro interesse dopo le prime volte che lo utilizzano. Per imparare a usare Twitter occorre tempo e molti ci rinunciano, preferendo sistemi più intuitivi come Facebook dove si resta più facilmente in contatto con gli amici e si possono pubblicare contenuti di vario tipo, senza avere limitazioni per quanto riguarda la lunghezza dei testi. La rimozione del limite su Twitter potrebbe giovare, ma al tempo stesso potrebbe scontentare gli utenti più affezionati, che gradiscono soprattutto la brevità e l’immediatezza del servizio.

Mostra commenti ( )