twitter-home

La nuova homepage di Twitter

Mostra più tweet e contenuti per seguire l'attualità, anche senza essere iscritti al social network

twitter-home

Twitter ha aggiornato la grafica della sua homepage per mostrare più contenuti a chi la visita per la prima volta, in modo da invogliare più utenti a iscriversi. La modifica era già stata sperimentata negli ultimi mesi negli Stati Uniti e in Giappone, mentre ora è stata estesa a 23 altri paesi compresa l’Italia. La novità riguarda sia la versione classica del sito, quella accessibile da computer, sia quella mobile per smartphone e tablet: e naturalmente è visibile solo se non si è stati loggati.

twitter-homepage

Finora su mobile era possibile visualizzare solamente singoli tweet nella homepage, cosa che rendeva più complicato seguire singole storie e i loro sviluppi. La nuova versione mostra schede suddivise per argomento, che permettono di accedere a liste di tweet su quel tema o di seguire in tempo reale una notizia man mano che si sviluppa. In un certo senso, la nuova homepage riproduce buona parte delle funzionalità accessibili agli iscritti, sempre con l’obiettivo di indurre nuove persone a registrarsi e a unirsi a Twitter.

Twitter dice che ogni mese circa 500 milioni di persone accedono alla sua homepage per seguire i fatti e le discussioni più recenti del giorno. Nonostante sia molto utilizzato da personaggi famosi e i loro tweet siano spesso citati dai media, Twitter sta attraversando un periodo molto complicato con difficoltà nell’offrire nuove funzionalità che possano fare aumentare il numero di iscrizioni. A fine gennaio quattro tra i più importanti dirigenti di Twitter hanno lasciato l’azienda, cosa che ha portato il titolo della società a perdere molti punti in borsa e a nuovi scetticismi da parte degli investitori sulla capacità del suo CEO e cofondatore, Jack Dorsey, di rilanciare l’azienda.

A inizio settimana le azioni si sono riprese in seguito ad alcune notizie, non confermate, circa l’interesse di alcuni fondi di investimento o di aziende concorrenti che potrebbero offrirsi per acquisire l’azienda, Questa eventualità è discussa da tempo dagli analisti e nel 2015 si era più volte parlato di un possibile interesse da parte di Google, che per ora non ha avuto molta fortuna nei social network con il suo Google+. L’azienda del motore di ricerca ha comunque una sua presenza nel settore grazie a YouTube, che offre diverse funzionalità tipiche dei social network, anche se non comparabili con quelle di Facebook che di fatto in molti paesi non ha concorrenti.

Mostra commenti ( )