collagemilano

Le regole delle primarie di Milano

Sono state presentate ieri dal PD: si vota il 6 e il 7 febbraio, si potrà precompilare un modulo per saltare la fila ai seggi e per votare sarà necessario versare 2 euro

collagemilano
Tutte e tre le foto (ANSA / MATTEO BAZZI)

Il Partito Democratico di Milano ha diffuso le regole delle elezioni primarie per la carica di candidato del centrosinistra a sindaco di Milano. Le primarie si svolgeranno sabato 6 e domenica 7 febbraio in circa 150 seggi allestiti appositamente in tutta Milano. Il vincitore delle primarie – vince chi ottiene anche un solo voto in più degli altri candidati – sarà sostenuto dai principali partiti di centrosinistra alle prossime elezioni comunali, che si terranno in una data ancora non precisata ma compresa fra il 15 aprile e il 15 giugno 2016. Per ora i candidati sono tre: l’ex amministratore delegato di Expo Giuseppe Sala, l’attuale vicesindaco Francesca Balzani e l’assessore al Welfare in carica, Pierfrancesco Majorino. Eventuali altre candidature possono essere presentate fino al 12 gennaio.

Chi, come, quando
Potranno votare tutti i residenti nel Comune di Milano che avranno compiuto almeno 16 anni entro la data delle elezioni amministrative, anche gli stranieri che hanno un permesso di soggiorno. Per votare non sarà necessario portare con sé la tessera elettorale, ma solo un documento di identità. Il PD si è impegnato ad allestire 150 seggi in sedi locali del partito e locali affittati per l’occasione: domenica 7 saranno aperti tutti e 150 i seggi dalle 8 alle 20. Sabato sarà aperto un solo seggio in ciascuna delle 9 Zone di Milano, dalle 8 alle 18. Si potrà esprimere la propria preferenza per un solo candidato, e non ci saranno liste o partiti ad essi collegati.

Ciascun elettore potrà votare solamente nel suo seggio di riferimento, collegato alla via in cui abita: i propri seggi di riferimento saranno consultabili sul sito primariemilano.it. Per votare è necessario anche pagare 2 euro, che secondo il PD «saranno usati unicamente per coprire i costi organizzativi delle primarie». Votare alle primarie non comporta l’iscrizione al PD o ad alcun partito: sarà però necessario sottoscrivere la Carta dei Valori per le Elezioni Primarie del 2016, disponibile qui.

Rispetto alle primarie che si sono già tenute a Milano in passato ci sarà un’unica novità: dal 18 gennaio al 2 febbraio sul sito delle primarie sarà possibile compilare un modulo che permetterà di votare direttamente, senza fare la coda al seggio.

Intanto, i tre candidati hanno già iniziato la loro campagna elettorale: venerdì 8 Sala e Majorino hanno partecipato a un dibattito elettorale organizzato dallo stesso Majorino al cinema Anteo, mentre Balzani si è lamentata di non essere stata invitata e ha tenuto un grosso evento elettorale al teatro Elfo Puccini la mattina del 9 gennaio. Per ora, fra i tre candidati, solamente Balzani ha presentato una bozza di programma elettorale.

Mostra commenti ( )