parigi-cronologia

Parigi, la cronologia degli attentati

I luoghi degli attacchi e l'ora precisa in cui sono stati compiuti, dallo Stade de France al Bataclan

parigi-cronologia
(New York Times)

Venerdì 13 novembre ci sono stati diversi attentati quasi simultanei a Parigi, che hanno provocato la morte di almeno 130 persone. Diversi siti di news hanno ricostruito la cronologia degli attacchi sulla base delle informazioni fornite alla stampa dalle autorità francesi, tra cui il procuratore di Parigi, François Molins, la polizia francese, il presidente François Hollande e alcuni ministri del governo guidato da Manuel Valls. Alcuni attacchi sono stati compiuti nei pressi di bar e ristoranti del X e dell’XI arrondissement, due quartieri della capitale francese. Un altro attacco è stato fatto vicino allo Stade de France, l’attentato più grave è stato quello compiuto all’interno del Bataclan, uno storico teatro francese dove venerdì sera si stava tenendo un concerto di una rock band californiana.

bbc-mappa

21.20: Stade de France. C’è stata una prima esplosione – un attentato suicida, si sarebbe saputo poi – fuori dai cancelli dallo stadio nel quale Francia e Germania di calcio stavano giocando una partita amichevole, nel quartiere di Saint-Denis. Sembra che nello stadio i telefoni non funzionassero e che il pubblico non abbia avuto modo di sapere cos’era successo. Il primo attacco suicida, che ha ucciso una persona, è stato compiuto da un uomo non ancora identificato, di fianco al quale è stato trovato un passaporto siriano a nome di Ahmad al-Mohammad.

21.25: Rue Alibert. I primi spari si sono sentiti nel X arrondissement, un quartiere centrale di Parigi pieno di ristoranti e locali, non lontano da Place de la République. Degli uomini armati a bordo di una SEAT nera hanno cominciato a sparare da una macchina in corsa all’incrocio tra rue Bichat e rue Alibert, dove ci sono tra gli altri il bar “Le Carillon” e il ristorante “Petit Cambodge”. In questo attacco sono state uccise 15 persone e sono stati sparati circa 100 colpi. Non è ancora chiaro quanti uomini abbiano sparato.

ParigiDi fronte al Petit Cambodge, dopo l’attentato. (AP Photo/Thibault Camus)

21.30: Stade de France C’è stata un secondo attentato suicida allo Stade de France: il presidente Hollande, che stava assistendo alla partita amichevole tra Francia e Germania, è stato fatto allontanare per ragioni di sicurezza. Non si conosce l’identità del secondo attentatore suicida: non ci sono stati altri morti in questo attacco, a parte l’attentatore.

21.32: Rue de la Fontaine au Roi. Degli uomini su una SEAT nera hanno cominciato a sparare all’incrocio tra rue Fontaine e rue Faubourg du Temple, nell’XI arrondissement, dove ci sono il bar “A La Bonne Bière” e la pizzeria “Casa Nostra”. In questo attacco sono state uccise cinque persone. Rue de la Fontaine au Roi si trova poche strade a sud di rue Alibert. Non è chiaro quanti uomini abbiano sparato.

21.36: Rue de Charonne. Vicino al ristorante “La Belle Equipe” – nei pressi di rue de Charonne, nell’XI arrondissement – degli uomini hanno cominciato a sparare: 19 persone sono state uccise. Un testimone ha detto: «È durato almeno tre minuti. Poi [i terroristi] sono tornati sulla loro macchina e si sono diretti verso la stazione di Charonne».

21.40: Boulevard Voltaire. Un attentatore suicida – che poi sarebbe stato identificato come Ibraham Abdeslam – si è fatto esplodere all’interno del ristorante “Le Comptoir Voltaire”, nell’XI arrondissement. Non sono stati morti oltre all’attentatore.

21.40: Bataclan. Tre attentatori armati e muniti di cintura esplosiva sono entrati al Bataclan, uno storico locale di Parigi che si trova in Boulevard Voltaire, nell’XI arrondissement. Al Bataclan si stava tenendo un concerto del gruppo Eagles of Death Metal, una rock band californiana. I tre attentatori sono arrivati su una Volkswagen Polo e sono entrati al Bataclan dall’entrata principale, che dà sul fondo della platea. Hanno cominciato a sparare sulla folla (c’erano circa 1.500 persone): molti sono riusciti a scappare da un’uscita di sicurezza.

Attenzione: le immagini sono molto forti

21.53: Stade de France. Un terzo attentatore suicida – il francese Bilal Hadfi, 20 anni – si è fatto esplodere a un fast food fuori dallo stadio. L’amichevole di calcio tra Francia e Germania non è stata interrotta per ragioni di sicurezza, hanno spiegato poi le autorità francesi (la ricostruzione completa di quello che è successo allo stadio si può leggere qui). Non ci sono stati altri morti in quest’attacco, a parte l’attentatore.

StadioGli spettatori sul campo dello Stade de France dopo l’amichevole tra Francia e Germania. (AP Photo/Michel Euler)

00.20 di sabato: Bataclan. Le forze speciali francesi sono entrate nel Bataclan, dove i tre attentatori stavano ancora tenendo almeno un centinaio di persone in ostaggio. Due attentatori si sono fatti esplodere, il terzo è stato ucciso dalla polizia. Le autorità francesi hanno identificato due dei tre terroristi: Omar Ismail Mostefai, 29 anni, e Samy Animour, 28 anni. Nell’attacco sono state uccise 89 persone.

BataclanDue persone si riparano e fanno foto vicino al Bataclan. (DOMINIQUE FAGET/AFP/Getty Images)

Mostra commenti ( )