Gli oggetti del Museo del Crimine della polizia di Londra

Per la prima volta il Museum of London mostra gli oggetti (spesso macabri) raccolti dalla Metropolitan Police dal 1870 e conservati nel suo museo "segreto"

Un tirapugni usato durante un'aggressione, fine diciannovesimo secolo ©Museum of London

Dal 9 ottobre 2015 al 10 aprile 2016 il Museum of London, a Londra, ospita la mostra The Crime Museum Uncovered, che raccoglie oltre 500 tra oggetti, prove, testimonianze e cimeli raccolti dalla Metropolitan Police – la polizia di Londra – a partire dal 1870 e conservati nel suo quartier generale a New Scotland Yard: precisamente nel suo Black Museum, un archivio nato non ufficialmente nel 1874 e praticamente inaccessibile. Ancora oggi il museo può essere visitato da agenti di una delle forze di polizia del paese e solo su appuntamento. Gli oggetti, esposti per la prima volta, ripercorrono delitti e casi di cronaca nera più o meno famosi: ci sono la pistola usata da Edward Oxford nel tentato omicidio della regina Vittoria nel 1840; una valigetta con una siringa automatica piena di veleno costruita dai gemelli Kray, capi di un’organizzazione criminale di Londra negli anni Sessanta; gli attrezzi medici e i farmaci usati durante gli aborti illegali durante il ventesimo secolo; un diamante finto usato per sventare la rapina del Millennium Star a Londra nel 2000; e ancora un cuscino riempito di capelli umani o il manifesto emesso dalla Metropolitan Police per ottenere informazioni e riconoscere la grafia del famoso criminale Jack lo Squartatore nel 1888.

Mostra commenti ( )