Com’è cambiato il logo di Google, la storia dal 1998 a oggi

Tutti quelli che ci sono stati prima di quello nuovo, anche prima che Google diventasse ufficialmente Google

La storia del logo di Google, il più usato motore di ricerca del mondo, si è arricchita martedì di un nuovo capitolo con l’inattesa presentazione di un nuovo design. La società statunitense ha spiegato di aver cambiato la grafica del logo per introdurre “un nuovo linguaggio visivo”, ma il nuovo logo ha anche lo scopo più pratico di funzionare meglio sugli schermi più piccoli, per esempio quelli degli smartphone e dei tablet. Inoltre, ha spiegato il Guardian, il nuovo font (molto semplice e senza grazie) è più “leggero” e dovrebbe permettere di caricare la pagina più velocemente.

Con le immagini qui sotto potete ripercorre la storia del logo di Google partendo dal primo utilizzato da quando è andato online per la prima volta, il 4 settembre 1998. Dal 1998 a oggi Google ha cambiato il suo logo diverse volte, anche se l’essenza è rimasta sempre la stessa: la scritta “Google” con ogni lettera in un diverso colore (in ordine: blu, rosso, giallo, blu, verde e rosso).

Il nuovo logo verrà utilizzato da Google per tutti i suoi servizi, da Maps a Gmail, e verrà integrato meglio del precedente anche per i servizi Android. Cambia anche la piccola icona in alto sulle schede aperte del vostro browser, se avete una pagina di ricerca aperta compare una “G” maiuscola con quattro colori che la rende immediatamente individuabile. I colori sono sempre gli stessi base di Google, ma sono stati leggermente cambiati per renderli più luminosi.

Prima che Google divenisse ufficialmente Google furono presentati molti progetti di logo che poi vennero scartati. Alcuni li potete vedere qui sotto: uno con un font un po’ metal; uno con le due “O” come due occhi a metà tra l’inquietante e il comico; una foto quando ancora Google si chiamava ancora “Backrub” ed era un progetto di ricerca di Larry Page, la mano nella foto è la sua.

Google ha spiegato che il nuovo logo:

Non vi dice semplicemente che state utilizzando Google, ma vi mostra anche in che modo Google sta lavorando per voi. Per esempio, nuovi elementi come un microfono colorato vi aiutano a capire come interagire con Google, che stiate parlando, digitando o toccando lo schermo. Nel frattempo, diciamo anche addio alla piccola G che è stata la nostra icona fino ad ora e la sostituiamo con un simbolo in linea con il nuovo logo.

Google Alphabet
Questo del logo è il secondo grande cambiamento di Google in poche settimane. All’inizio di agosto, infatti, Google ha annunciato un’importante ristrutturazione aziendale che comprende una nuova dirigenza per la divisione che si occupa specificamente del motore di ricerca e soprattutto la nascita di una nuova società che farà da “ombrello” per tutti i suoi siti e servizi. La società si chiamerà Alphabet e Google sarà la sua più grande società controllata: i fondatori di Google, Larry Page e Sergey Brin, saranno rispettivamente CEO e presidente di Alphabet. Il nuovo CEO di Google sarà invece Sundar Pichai, che oggi è il responsabile di prodotto. Prima il marchio “Google” comprendeva il motore di ricerca e molti altri progetti, anche in settori molto diversi; oggi questi settori avranno una loro specifica dirigenza e saranno separati dal motore di ricerca Google: e tutte le società saranno controllate da Alphabet.

Mostra commenti ( )