Le foto di “Exposed Project”

Una "mostra-laboratorio" sulle trasformazioni della città di Milano dal 2011 ad oggi, negli spazi di Forma Meravigli

Questa sera, mercoledì 24 giugno, sarà inaugurata a Milano negli spazi di Forma Meravigli Exposed Project, una “mostra-laboratorio” sulle trasformazioni e sulle identità della città di Milano e del suo hinterland in concomitanza con l’Expo 2015. Exposed Project è un lavoro di ricerca, studio e documentazione sui mutamenti urbani e sociali collegati a Expo 2015: è iniziato a Milano nel 2011 con l’obiettivo di mostrare cosa succede a una città che si prepara a un grande evento, tra cambiamenti dei luoghi e dei quartieri, urbanizzazione e cementificazione, rapporti tra politica, economia e persone, esempi di “resistenza urbana”. “Exposed” è anche una rete che condivide i risultati di questa ricerca attraverso un archivio online, un raccoglitore di progetti di artisti, fotografi, videomakers e ricercatori che si occupano delle trasformazioni urbane di Milano: resterà aperto e continuerà a raccogliere contributi fino alla chiusura dell’Expo per documentare anche quello che rimarrà quando i padiglioni saranno smantellati.

Fino al 20 settembre Forma Meravigli ospiterà una selezione di immagini e progetti che compongono l’archivio di Exposed (formato da oltre 30 lavori, raccolti fin dalla nascita del gruppo) e oltre 15 tra incontri, eventi esterni, presentazioni e dibattiti. Tra i lavori esposti c’è la ricerca On the spot, iniziata nel 2011 e destinata a concludersi con la fine di Expo 2015, frutto dei sopralluoghi periodici effettuati da diversi autori sull’area che oggi ospita Expo.

Exposed è un progetto di Eleonora Angiolini, Fatima Bianchi, Giuseppe Fanizza, Andrea Kunkl, Allegra Martin, Giulia Ticozzi, Fabrizio Vatieri.

Mostra commenti ( )