Le più belle biblioteche e librerie di Milano

Le segnala Alessia Algani in "Milano Confidential", una nuova guida alla città: da quelle storiche come Hoepli a quelle dedicate a fumetti e fotografia

Rizzoli ha da poco pubblicato Milano Confidential, una guida di Milano scritta dalla freelance Alessia Algani, che ci vive da vent’anni e nel 2014 ha fondato Milanochemipiace, un blog e una app che segnalano posti da vedere e cose da fare in città.

Come ha spiegato Algani nella prefazione, «non è una guida nel senso tradizionale del termine, ma una scelta di luoghi suddivisi per categorie» che si rivolge a «viaggiatori curiosi, visitatori abituali in cerca di idee nuove per vincere la noia; e milanesi di lungo corso decisi a vedere la città in cui abitano con occhi nuovi». Tra le tante cose che consiglia, ci sono i posti dove dormire e dove mangiare (ristoranti tradizionali ed etnici, bar e pasticcerie) accompagnati anche dalle indicazioni sul prezzo, negozi e mercatini dove comprare vestiti, oggetti di design, e cibi vari, teatri, gallerie d’arte, musei, e un’intera sezione dedicata ai bambini. Di seguito, il capitolo dedicato a librerie, biblioteche ed edicole: le più istituzionali e storiche, come la Hoepli o la Rizzoli, a quelle indipendenti e di recente apertura, come la 121+, quelle settoriali come MiCamera, la più fornita libreria italiana di fotografia, e l’edicola più bella della città.