La fotografia italiana fatta col cellulare premiata ai Sony Awards

L'ha scattata il siciliano Turi Calafato: è la prima volta che l'importante premio di fotografia internazionale dedica una categoria alle foto fatte con gli smartphone

Il fotografo siciliano Turi Calafato è stato premiato ai Sony World Photography Awards, uno dei più prestigiosi concorsi di fotografia al mondo, nella categoria Mobile Phone, introdotta quest’anno e dedicata alle immagini scattate da amatori e professionisti con il cellulare. La fotografia di Calafato – la più votata online dagli utenti, con 6.718 preferenze – fa parte del reportage A day at the beach, che si può vedere interamente sul suo sito. Il fotografo ha spiegato che

«Questa fotografia è stata scattata in Sicilia e fa parte di un progetto che si concentra sulla vita sulle spiagge siciliane durante gli affollati mesi estivi. Il progetto è partito nel 2013 e nel 2014 – dopo aver acquistato un nuovo cellulare – ho scattato alcune nuove immagini con il telefono. Lo scatto risale alla fine di luglio 2014. Vedere scene simili non è insolito, dal momento che la gente passa l’intera giornata in spiaggia e tutte le attività abituali – come il gioco, i pasti, il riposo, e così via – vengono svolte all’aperto. Si vedono persone di ogni genere ed è un piacere poter contemplare così tanta gente rilassarsi e, al tempo stesso, godersi il sole».

Turi Calafato

Calafato è nato nel 1979 e vive a Catania. Dopo essersi laureato e aver lavorato come farmacista per alcuni anni, nel 2012 è diventato fotografo freelance, e da allora ha esposto i suoi progetti in Italia, a Londra, New York e Atlanta. Tra i premi che ha vinto c’è anche il terzo posto nella categoria Daily Life dell’ultima edizione del World Press Photo, per la serie Behind a window blind.

La categoria Mobile Phone è stata introdotta in questa edizione dei Sony World Photography Awards per riconoscere l’importanza crescente delle fotografia fatta con gli smartphone: è sempre più diffusa tra i professionisti e ha cambiato il rapporto con le immagini delle persone comuni, che ora possono registrare e raccontare più facilmente la loro vita quotidiana. Hanno partecipato al concorso oltre 10.200 fotografie, da cui sono state selezionate 20 finaliste da un gruppo di esperti e dalle persone che hanno votato online. Il pubblico ha poi avuto una settimana di tempo per votare sul sito del concorso l’immagine preferita. Al secondo posto è arrivato l’ungherese Janos M Schmidt con una fotografia scattata in una stazione ferroviaria a Budapest, e al terzo l’iraniano Ako Salemi, con l’immagine scattata dall’altro di un ragazzo e una capra.

Martedì sono stati annunciati anche i vincitori delle tre categorie riservate ai ragazzi con meno di 20 anni: per la sezione Cultura ha vinto la portoghese Beatriz Mota da Rocha, di 15 anni; per la categoria Ambiente il malese Yong Lin Tan, di 19 anni; e per i Ritratti il britannico Stephanie Anjo, di 14 anni.

Il fotografo dell’anno e i vincitori delle restanti categorie – quella Open aperta rivolta ai fotografi amatoriali e quella riservata ai professionisti – saranno annunciati a Londra il 23 aprile. Tutte le fotografie vincitrici saranno esposte in una mostra a Somerset House dal 24 aprile al 10 maggio. Qui abbiamo pubblicato i vincitori dell’Italy National Award, la sezione del concorso riservata ai fotografi italiani, e qui alcune immagini finaliste di questa edizione del premio; qui potete guardare le fotografie che hanno vinto l’edizione del 2014, qui quelle del 2013.

Mostra commenti ( )