“Layout”, la nuova app di Instagram

Come funziona la nuova applicazione per fare collage da condividere con gli amici su Facebook, o direttamente all'interno di Instagram

Instagram ha presentato Layout, una nuova applicazione separata da quella classica e che serve per creare composizioni di immagini, non necessariamente scattate con Instagram, usando le foto nella memoria del proprio smartphone. L’applicazione è per ora disponibile per iPhone, ma nei prossimi mesi uscirà una versione anche per Android, il sistema operativo per dispositivi mobili di Google. L’idea di Layout è venuta agli sviluppatori di Instagram dopo avere notato che in media un utente su cinque condivide sull’applicazione collage di immagini, che però non possono essere realizzati direttamente al suo interno, ma solo utilizzando app alternative. E si sono poi resi conto che queste app sono spesso complicate da usare e poco intuitive, da qui la decisione di realizzarne una molto semplice e che in sostanza faccia una sola cosa.

Come funziona Layout
A differenza delle classiche applicazioni per fare collage, Layout non mostra da subito una serie di “gabbie” predefinite all’interno delle quali inserire le fotografie. Il primo passaggio consiste, invece, nello scegliere le foto che si vogliono mettere nella composizione, consultando il rullino fotografico dello smartphone: si possono scegliere fino a 9 fotografie diverse da inserire nel collage. Un algoritmo riconosce automaticamente la presenza delle facce nelle foto, mostrando tutte le immagini di questo tipo in una libreria a parte, cosa che dovrebbe semplificare la vita a chi fa molte foto agli amici o si fa molti selfie.

Man mano che si aggiungono le foto, Layout mostra una prima serie di possibili anteprime del collage. Quando tutte le immagini sono state scelte, basta scorrere le varie composizioni proposte e sceglierne una.

Nel passaggio successivo il collage può essere personalizzato in diversi modi: si possono modificare gli spazi occupati dalle singole immagini, realizzare ingrandimenti per mettere in evidenza un dettaglio in un riquadro, rendere speculari le fotografie o ruotarle. Terminate le modifiche, la composizione può essere salvata sul proprio telefono, condivisa su Facebook o può essere inviata direttamente a Instagram per mostrarla alle persone che seguono il proprio profilo. In questo caso l’immagine viene mostrata all’interno di Instagram nel passaggio successivo a quello in cui di solito si scatta la foto, consentendo quindi di aggiungere filtri artistici e altri effetti prima di condividere la composizione.

App separate
Layout è la seconda applicazione realizzata da Instagram e separata dalla app classica dopo Hyperlapse, che serve invece per girare video in timelapse. La soluzione delle applicazioni separate permette di non aggiungere complicazioni a Instagram, facendo in modo che ogni app faccia bene (o al meglio possibile) una sola cosa. Una impostazione simile è seguita anche da Facebook – che è proprietario di Instagram – con le sue applicazioni per i messaggi e per la gestione dei gruppi.

Mostra commenti ( )