Conchita Wurst per principianti

Conchita Wurst: storia e un po' di foto della cantante austriaca con la barba che stasera è ospite a Sanremo

Conchita Wurst è una cantante austriaca, ha 25 anni ed è diventata famosa soprattutto da quando nel 2014 ha partecipato – vincendo – all’Eurovision Song Contest, o Eurofestival, l’annuale gara di canzoni per i paesi membri dell’Unione Europea di Radiodiffusione, un’organizzazione che raccoglie alcune delle principali emittenti nazionali d’Europa. Conchita Wurst era in gara e ha vinto con la canzone “Rise like a phoenix”. Il motivo per cui si parla molto di lei è il suo aspetto fisico: ha la barba.

Conchita Wurst è il nome d’arte di Thomas “Tom” Neuwirth. Neuwirth è un uomo – non è transessuale, dice di non voler diventare una donna, si definisce gender-neutral – ma preferisce per sé i pronomi femminili, e sembra alimentare volutamente una certa confusione e incertezza riguardo la sua identità di genere. Sul suo sito spiega come mai abbia deciso di creare il personaggio di Conchita Wurst, che definisce «semplicemente una cantante in un abito formidabile, capelli perfetti e una bella barba».

A causa delle discriminazioni che subiva quando era adolescente, Tom ha creato Conchita, la donna con la barba. È stata una dichiarazione di tolleranza e comprensione: non voglio parlare delle apparenze ma dell’essere umano. Tutti dovrebbero potere vivere la loro vita come la vogliono fin tanto che nessun altro viene ferito o limitato nella sua vita.

In un’intervista al Wall Street Journal, Conchita Wurst ha spiegato il significato del suo nome d’arte. In Germania e Austria «la parola “wurst” viene usata per dire “non me ne importa niente”, “non è importante”. E questo è quello che voglio comunicare: non importa da dove vieni o quale sia il tuo aspetto». Il primo nome, invece, le è stato suggerito da un’amica cubana alla quale aveva chiesto il tipico nome della ragazza sexy con cui tutti vorrebbero uscire: Conchita. Il suo nome, spiega Conchita nel video, ha anche un secondo significato al quale non aveva inizialmente pensato: la parola “wurst” viene usata anche per indicare il pene, la parola “Conchita” viene usata anche per indicare la vagina.

La partecipazione di Conchita Wurst all’Eurofestival aveva generato alcune proteste sessiste. Il parlamentare russo Vitaly Milonov, uno dei politici che avevano più sostenuto la contestata legge russa contro l’omosessualità, aveva scritto una lettera al comitato nazionale che si occupa della partecipazione della Russia all’Eurofestival per chiedere di ritirare la loro partecipazione. Nell’ottobre del 2013, quando l’Austria aveva scelto Conchita Wurst per l’Eurofestival 2014, il comitato della Bielorussia aveva chiesto che le dirette del festival venissero montate in modo tale da non “costringere” i telespettatori ad assistere all’esibizione di Conchita Wurst. Ci sono state proteste anche in Italia per la presenza di Conchita Wurst all’edizione del 2015 del Festival di Sanremo, soprattutto da parte di gruppi e movimenti religiosi particolarmente tradizionalisti e conservatori: Carlo Conti, presentatore e direttore artistico del festival, si è difeso dicendo che Conchita Wurst è stata invitata “in quanto artista vincitrice dell’ultimo Eurofestival” e che non sarà intervistata ma si limiterà a cantare.

Il 26 ottobre del 2014 la BBC ha scelto Conchita Wurst tra le “cento donne del 2014″. L’8 novembre ha pubblicato una nuova canzone, che si intitola “Heroes”.

Mostra commenti ( )