Le “épiceries” di Parigi, di notte

Marie Hamel ha fotografato i piccoli alimentari di quartiere, aperti 24 ore su 24, minacciati dalla concorrenza dei grandi supermercati

Alimentations Generales

La fotografa parigina Marie Hamel ha fotografato le alimentations générales o épiceries di Parigi, negozietti di alimentari molto diffusi nelle principali città francesi che restano spesso aperti 24 ore su 24, anche le domeniche e i festivi, e sono spesso gestiti da immigrati nordafricani. Negli ultimi tempi le épiceries stanno scomparendo, rimpiazzate dai punti vendita delle grandi catene: l’obiettivo di Hamel è documentarne quante più possibile, per conservare il ricordo di un aspetto di Parigi che tra qualche anno potrebbe non esistere più e raccontare allo stesso tempo «una pagina di storia francese intimamente legata al Nord Africa». Le immagini mostrano le vetrine dei negozi – con frutta, legumi, verdura, accuratamente posizionati nelle cassette, una affianco all’altro – fotografate di notte, spesso illuminate soltanto dalla loro stessa luce e circondate dal buio delle strade e delle case attorno. Hamel ha iniziato il suo progetto nel 2010, e da allora molti negozi che ha fotografato sono stati chiusi o assorbiti dalla grande distribuzione.

Tutte le fotografie di Alimentation Générale si possono guardare sul sito di Hamel, dove si trovano anche gli altri suoi progetti.

Mostra commenti ( )