• Cultura
  • mercoledì 13 agosto 2014

Le foto di Lauren Bacall

Aveva 89 anni ed era una delle più leggendarie attrici di Hollywood, famosa per il matrimonio con Humphrey Bogart e per uno sguardo particolare

Martedì 12 agosto è morta nel suo appartamento nell’Upper West Side di New York, a 89 anni, la leggendaria attrice statunitense Lauren Bacall. Bacall fu una delle grandi star degli anni Quaranta e Cinquanta, famosa per la bellezza statuaria, la voce roca e la relazione – sul lavoro e nella vita – con l’altro grande protagonista di Hollywood dell’epoca, Humphrey Bogart.

Era nata nel Bronx, a New York, col nome di Betty Perske, e fu cresciuta dalla madre single dopo il divorzio dei genitori, entrambi ebrei. Studiò in scuole private pagate dalla famiglia della madre ma quando poteva saltava le lezioni per andare al cinema, a guardare i film del suo idolo Betty Davis. Terminati gli studi iniziò a recitare in piccole parti e lavorare come modella, finendo sulla copertina di Harper’s Bazaar, un’importante rivista femminile dell’epoca, dove fu notata dalla moglie del regista Howard Hawks. Da quel momento la sua vita cambiò: Hawks le fece un provino e la scritturò con la promessa di farla diventare una grande star. Le fece anche cambiare il suo nome in Lauren Bacall (il cognome da nubile della madre), anche se lei preferì sempre farsi chiamare Betty dagli amici. Bacall esordì quindi a 19 anni in Acque del Sud, considerato il capolavoro di Hawks, dove incontrò Humphrey Bogart, che allora aveva 44 anni ed era sposato con la terza moglie, l’attrice Mayo Methot. Nel giro di un anno Bogart divorziò e i due si sposarono: ebbero due figli, restarono insieme fino alla morte di lui nel 1957, e furono una delle coppie più celebri di Hollywood.

Acque del Sud fu anche il film che lanciò la carriera di Bacall, sopratutto grazie a una scena diventata leggendaria. Sim, il personaggio di Bacall, che ha una relazione con Steve, Bogart, gli dice a un certo punto: «Non devi fingere con me, Steve. Non devi dire niente e non devi fare niente. Proprio niente. Oh, forse un fischio. Sai fischiare vero, Steve? Devi soltanto avvicinare le labbra, e poi soffiare». La frase era accompagnata da uno sguardo peculiare e molto sensuale per l’epoca, che fu subito soprannominato “The Look”, e che divenne una delle caratteristiche più note di Lauren Bacall.

Bacall continuò a recitare e in tutto ha partecipato a 72 film, a cui si aggiungono opere teatrali e musical a Broadway. I suoi film migliori però – per sua stessa ammissione – restano i primi, tutti con Bogart: oltre a Acque del Sud (To Have and Have Not), Il grande sonno (The Big Sleep), La fuga (Dark Passage), e L’isola di corallo (Key Largo). A questi si aggiungono Come sposare un milionario, del 1953, dove recita insieme a Marilyn Monroe e Betty Grable. Dopo la morte del marito ebbe una relazione con Frank Sinatra, e poi si risposò con l’attore Jason Robards: ebbero un figlio insieme e divorziarono nel 1969. Nel 1997 ricevette il Kennedy Center Honors, consegnati ogni anno a persone che hanno apportato un importante contributo alla cultura americana, e nel 2009 l’Oscar alla carriera. La sua biografia By Myself, del 1978, vinse il National Book Award. Ne scrisse un’altra nel 1994, Now.

Mostra commenti ( )