Le scarpe che ti indicano la strada

Si chiamano Lechal e sono prodotte da una società indiana: si collegano a Google Maps con il Bluetooth e vibrano quando dobbiamo girare a destra o sinistra

Negli ultimi giorni si sta parlando molto delle cosiddette smartshoes, le scarpe che si collegano con gli smartphone e, vibrando, inviano segnali a chi le indossa. Sono state inventate da Ducere Technologies, una startup indiana, si chiamano “Lechal”, e saranno in vendita dal prossimo settembre.

Come funzionano le Lechal?
Le scarpe Lechal, spiega il Wall Street Journal, sono dotate di un trasmettitore Bluetooth e di un sistema per la vibrazione – simile a quello dei telefoni cellulari – posizionati nella parte posteriore della suola. Il sistema Bluetooth si collega al cellulare tramite un’applicazione, che a sua volta si collega a Google Maps, il sistema di mappe e navigazione GPS di Google. Quando la modalità di navigazione GPS è attivata e ci si sta muovendo per raggiungere la propria destinazione, le scarpe vibrano in corrispondenza di ogni svolta: se Google Maps indica una svolta a sinistra, vibra la scarpa sinistra, se la svolta è a destra invece, vibra la scarpa destra. In questo modo si possono seguire le istruzioni del navigatore tenendo sempre il telefono in tasca.

Il blocchettino che contiene il sistema Bluetooth e quello per la vibrazione ha uno spessore di 8 millimetri e contiene anche la batteria che fa funzionare il sistema. La durata della batteria, dice la Ducere Technologies, è di circa 3 giorni in caso di utilizzo e di 10 giorni in caso di stand-by; per ricaricarla va estratta dalla suola e collegata a una presa di corrente. La batteria è solo una parte del blocchettino per la vibrazione e può essere tolta senza toccare il resto del sistema.

Le Lechal esistono sia come scarpa completa, di colore rosso o nero, che come soletta, che può essere inserita in altri tipi di scarpe. Secondo i produttori il sistema è resistente all’acqua e agli urti e può essere quindi usato anche per l’attività sportiva. Lechal, in lingua Hindi, significa qualcosa come “portami con te”.

Chi le ha inventate e perché?
La Ducere Technologies è una start up fondata da due ingegneri indiani che per alcuni anni hanno lavorato anche negli Stati Uniti. L’idea delle scarpe Lechal gli era venuta mentre cercavano un modo per aiutare le persone non vedenti a muoversi in città. Si sono poi accorti che le Lechal potevano essere utili anche per chi pratica sport in città, come i corridori o i ciclisti, che hanno bisogno di controllare la cartina per sapere dove andare ma hanno le mani impegnate.

La Ducere Technologies ha sede nella città di Secunderabad, nello stato di Telengana, ha circa 50 dipendenti e per ora ha ricevuto finanziamenti da tre investitori, i cui nomi non sono stati però resi noti.

Prezzi
Le Lechal saranno in vedita dal prossimo Settembre, ma è già possibile pre ordinarle sul sito della Ducere Technologies. Il prezzo al pubblico dovrebbe essere compreso tra i 100 e i 150 dollari, circa 75-100 euro. I fondatori della società, tuttavia, hanno detto che vorrebbero trovare un modo per poter vendere le scarpe a un prezzo ridotto alle persone non vedenti. Per il momento sono state ordinate 25.000 paia di Lechal e la Ducere Technologies si aspetta di venderne 100.000 paia entro il prossimo marzo.

Mostra commenti ( )