I doodle degli altri 2014

Una nuova raccolta delle grafiche scelte da Google per celebrare eventi, persone, anniversari in altri paesi e da noi no (ci sono molte storie)

Da ormai quindici anni il motore di ricerca Google è solito celebrare anniversari, feste o ricorrenze speciali mettendo sulla propria homepage un “doodle” (che vuol dire “scarabocchio”), ovvero una versione modificata del proprio logo, che richiami graficamente l’evento da celebrare. Il primo doodle di Google venne creato dai suoi fondatori Larry Page e Sergey Brin il 30 agosto 1998, in onore del festival di Burning Man che si svolge ogni anno in Nevada: da allora si cominciò ad utilizzarli per celebrare festività familiari, feste religiose o nazionali e gli anniversari di nascita e morte di molti e diversi personaggi.

L’anno passato il Post raccolse una parte di quei doodle che compaiono solo sulle pagine locali di determinate nazioni, ma non su quelle italiane del motore di ricerca: sono belli, vari, e raccontano pezzi della storia e delle culture di quei posti. Ne vengono prodotti di nuovi ogni giorno, e questa è una nuova selezione dei mesi passati.

Mostra commenti ( )