In queste foto c’è un cecchino

Un artista tedesco ha seguito alcuni cecchini dell'esercito e li ha fotografati mentre sono nascosti nella natura: trovarli è impossibile

Camouflage, progetto fotografico dell’artista tedesco Simon Menner, è composto da una serie di fotografie di paesaggio nel quale – ci viene detto – sono mimetizzati alcuni cecchini, impossibili da vedere a occhio nudo. L’artista ha coinvolto l’esercito tedesco e ha seguito alcuni specialisti nel settore, fotografandoli al lavoro.

Il camufammento militare è una tecnica di guerra molto comune che imita alcune abilità innate degli animali. Il nostro occhio non è in grado di trovare e riconoscere determinati elementi perché non riesce a decifare le informazioni visive fornite da un miscuglio di colori e ombre, e questo finisce spesso per rendere il visibile invisibile. In base al tipo di luogo e di vegetazione in cui bisogna nascondersi, cambiano i materiali e le tecnologie a disposizione dei soldati: in questa pagina di Camopedia sono catalogate tutte le stoffe mimetiche degli eserciti, tra cui quello tedesco.

La galleria fotografica alterna l’immagine originale e una in cui è segnata la posizione del cecchino con un cerchio rosso.

Menner è nato nel 1978 a Emmendingen, nella Germania sudoccidentale: è conosciuto soprattutto per il volume “Top Secret: le immagini dagli archivi della Stasi“, un’interessante raccolta fotografica che esamina la vasta raccolta di informazioni e le fotografie raccolte dalla Stasi, la polizia segreta della Germania dell’Est. Menner ha studiato l’archivio dal punto di vista fotografico e lo ha usato come punto di partenza per un discorso più generale sui concetti di sorveglianza e di privacy, e sul ruolo delle immagini nelle dinamiche del potere.