I dipinti retrofuturistici di Simon Stålenhag

20 bellissimi disegni fatti al computer raccontano un mondo a metà tra gli anni Ottanta e la fantascienza

Simon Stålenhag

©Simon Stålenhag

L’artista svedese Simon Stålenhag dipinge paesaggi e luoghi a metà tra un passato vicino – gli anni Ottanta, rappresentati da macchine e vecchi furgoni Mercedes – e un futuro possibile fatto di architetture e oggetti che ancora non esistono (ma che sembranbo già vecchi ed arrugginiti dal tempo). I mondi che crea appartengono ai ricordi di infanzia, agli anni vissuti nelle aree rurali della Svezia e ai film che si vedevano all’epoca. La serie, composta da diverse tavole, è disegnata con una penna grafica al computer. Tutti i disegni sono pubblicati sul suo sito, dove sono in vendita le stampe delle opere.

Simon Stålenhag ha un Tumblr, sul quale pubblica bozze e schizzi preparatori, ed è su Twitter.

Mostra commenti ( )