Manuale per una sana conversazione

24 errori logici molto frequenti – online, a casa, sui giornali, in Parlamento – da tenere a mente, riconoscere ed evitare

17. Tu quoque
Criticare il fatto che l’avversario non sia coerente con quello che dice, ed evitare così di confrontarsi con la validità delle sue affermazioni.

Nicole fece notare che Hannah aveva commesso una fallacia logica, ma invece di rispondere nel merito, Hannah accusò Nicole di aver commesso a sua volta una fallacia logica in precedenza.

18. Incredulità
Rispondere a un argomentazione dicendo che è difficile a credersi, e perciò non può essere vera.

Kirk disegnò un pesce e un essere umano, e con esuberante disprezzo chiese a Richard se veramente secondo lui potremmo essere stupidi al punto da credere che in qualche modo un pesce si sia trasformato fino a diventare un uomo, come voleva la teoria evoluzionista.

19. Onere della prova
Sostenere che l’onere della prova spetti a chi vuole smentire una tesi e non a chi la sostiene. La semplice impossibilità di confutare un’argomentazione non la rende vera. Per dirla come Carl Sagan: “affermazioni straordinarie richiedono prove straordinarie”.

Bertrand sostiene che esiste una teiera in orbita tra la Terra e Marte, e poiché nessuno può provare il contrario, la sua è una proposizione valida.

20. Equivoco o anfibolia
Usare termini dal doppio significato o costruzioni sintattiche ambigue per mascherare la realtà.

Fine della vita è la morte; la felicità è fine della vita; quindi la felicità è la morte.

21. Nessun vero scozzese
Fare un appello alla purezza quando la propria tesi è stata demolita, con l’obiettivo di creare nuovi criteri.

Angus sosteneva che gli scozzesi non mettono lo zucchero sul porridge. Lachlan rispose che lui era scozzese ma metteva lo zucchero sul suo porridge. Furioso, Angus obiettò che nessun vero scozzese mette lo zucchero sul porridge.

22. Fallacia genetica
Far credere che l’origine di una certa argomentazione possa togliere validità alla stessa.

L’eugenetica non è accettabile, è una pratica usata dai nazisti!

23. Il tiratore del Texas
Scegliere arbitrariamente una casuale concentrazione di un certo dato per sostenere una tesi, oppure creare un modello che avvalori una congettura. Il nome viene dalla storia del pistolero texano che sparava colpi a caso su un capanno, per poi disegnare attorno ai fori di proiettile un bersaglio.

I produttori della bevanda gassata mostrarono delle ricerche secondo cui, dei cinque paesi dove la bibita era più bevuta, tre erano nella classifica dei primi dieci al mondo per la salute media. Quindi la loro bibita era salutare.

24. Terra di mezzo
Sostenere che un compromesso, o un punto d’intesa tra due estremi, sia la verità. Spesso la verità sta nel mezzo, ma questo non è necessariamente vero: a volte la verità è in uno dei due estremi.

Holly dice che i vaccini causano l’autismo nei bambini, ma la sua amica Caleb, esperta di scienza, obietta che questa tesi è stata smentita ed è infondata. Alice allora propone un compromesso: i vaccini possono causare un po’ di autismo nei bambini.

fallacie-logiche-1-2

(l’immagine si ingrandisce con un clic)

foto: Express/Express/Getty Images

– Luca Sofri: Straw man!

« Pagina precedente 1 2 3
Mostra commenti ( )