• Cultura
  • mercoledì 16 ottobre 2013

20 foto di Deborah Kerr

Che morì sei anni fa, dopo aver interpretato decine di film ed essere stata protagonista di uno dei baci più sensuali della storia del cinema

Il 16 ottobre 2007 morì a 86 anni, per le conseguenze del Parkinson, Deborah Kerr, una delle più famose attrici della storia del cinema. Nata in Scozia nel 1921, Kerr aveva iniziato la carriera teatrale e cinematografica in Inghilterra prima di arrivare a Hollywood, dove per la sua classe, il portamento regale e la delicata bellezza inglese le venne affidato molto spesso il ruolo della donna aristocratica, austera e poco passionale. Questo prima di sorprendere tutti nel 1953, quando insieme a Burt Lancaster fu protagonista di uno dei baci cinematografici più espliciti (per l’epoca) e sensuali di sempre: quello tra il sergente Milton Warden e Karen Holmes sulla battigia di una spiaggia hawaiana nel film di Fred Zinnemann Da qui all’eternità, che vinse ben 8 premi Oscar.

Deborah Kerr, invece, venne nominata per ben sei volte agli Oscar come migliore attrice, senza riuscire mai a vincerlo: le diedero quello alla carriera nel 1994, quando venne definita “un’attrice di bellezza e grazia impeccabili, e una grande professionista che si è sempre distinta per perfezione, disciplina ed eleganza”. Tra le sue interpretazioni più memorabili ci sono Le miniere di re Salomone con Stewart GrangerQuo vadis? con Peter Ustinov, il musical Il re ed io, che aveva già interpretato a Broadway accanto a Yul Brynner, Un amore splendido con Cary Grant e La notte dell’iguana di John Huston, accanto a Richard Burton e Ava Gardner.

Mostra commenti ( )