Un po’ di canzoni di Lucio Battisti

Coetaneo quasi perfetto dell'altro Lucio, oggi avrebbe compiuto 70 anni

Il nostro caro angelo
(Il nostro caro angelo, 1973)
Introduzione eccezionale, col giro di chitarra che ha un ritmo paragonabile solo a quello di “Bittersweet” degli Everything but the Girl. Non si è mai chiarito se l’angelo del titolo alludesse anche al neonato Luca Battisti.

Abbracciala abbracciali abbracciati
(Anima latina, 1974)
Una di quelle matasse fantastiche di suoni che si inventava Battisti. Mentre il testo suscita della solidarietà nei confronti delle sue amanti: doveva essere uno che si fermava spesso a chiacchierare, sul più bello.

Due mondi
(Anima latina, 1974)
Grande invenzione musicale, cantata con Mara Cubeddu (già dei Flora, fauna e cemento e dei Daniel Sentacruz Ensemble, quelli di “Soleado”), che non è che se la cavi benissimo, ma alla fine il tutto funziona e ha un gran ritmo. Uno dei primi pezzi modernamente ballabili di Battisti: in coda al disco Anima latina ce n’era anche una ripresa lenta, da un minuto.

La compagnia
(La batteria, il contrabbasso, eccetera, 1976)
Una rarità: non è una canzone di Battisti, né scritta da lui né scritta per lui. Mogol l’aveva data a Marisa Sannia nel 1969. Poi è diventata di Battisti, che aveva un debole per il soul ancora nel 1976 e che qui si scatena in un falsetto memorabile.

Ami ancora Elisa
(Io tu noi tutti, 1977)
“Adesso son tranquillo, come un’anatra sul lago”. Chi è questa Elisa? Si era parlato di Francesca (ma non era lei), si era voluto Anna. Ma Elisa? E comunque, quando uno insiste così tanto per convincerti che non ama più Elisa, qualche dubbio ti viene.

Ho un anno di più
(Io tu noi tutti, 1977)
Prima o poi tutti si sono sentiti così, invecchiati, serenamente disincantati, e con qualche rimpianto sentimentale. Di solito succede nel giorno del compleanno. L’importante è avere un amico che non vi restituisca le chiavi della macchina né il telefonino fino a che non vi è passata la sbronza.

« Pagina precedente 1 2 3 Pagina successiva »
Mostra commenti ( )