Foto d’archivio

Il lago di Resia, 1953    

Il lago di Resia, 1953

Il campanile di Curon emerge dal lago di Resia, in provincia di Bolzano, il 13 agosto del 1953. Nel 1950 due laghi naturali della zona (il lago di Resia e il lago di Curon) vennero unificati con la costruzione di una grande diga, e il paese di Curon Venosta – che contava circa 163 case – venne sommerso dall’acqua. Fu ricostruito più a monte, mentre col nuovo bacino venne realizzata una centrale idroelettrica. I lavori furono molto contestati dagli abitanti del luogo, che andarono anche a Roma per chiedere – inutilmente – l’intercessione del papa. (Keystone/Getty Images)