Nidi condominio

Le fotografie delle enormi strutture costruite in Africa dai passeri repubblicani, scattate da Dillon Marsh

© Dillon Marsh, Assimilation

Dillon Marsh è un fotografo sudafricano che si dedica soprattutto alla fotografia di paesaggio e di viaggio. Da qualche anno porta avanti un progetto di documentazione fotografica, Assimilation, nel quale fotografa in serie i giganteschi e complessi nidi che i passeri repubblicani (in inglese Sociable Weaver, un tipo di uccello molto diffuso nell’Africa del sud) costruiscono sui pali del telefono o della luce.

Queste strutture hanno dimensioni enormi: normalmente contengono fino a 200 uccelli e di solito vengono costruiti con diverse stanze che poi, come in un condominio, possono essere occupate da coppie di uccelli con prole al seguito. Le colonie di uccelli durano diverse generazioni, a volte anche per periodi che possono raggiungere i 100 anni.

Le fotografie di Dillon Marsh documentano queste strutture del paeasaggio sudafricano, in particolare nel deserto del Kalahari. Marsh è attento a mantenere le immagini in serie con una modalità che ci permette di confrontare un nido con l’altro e di sottolineare quest’aspetto monumentale, a metà tra oggetto surreale e documentazione naturalistica.
Marsh dice che quando fotografa è attirato “dall’idea di qualcosa che si trasforma in qualcosa che in realtà non è”.

 

  • salerno maria luisa

    Questa ipotesi dei passeri repubblicani e democratici non mi convince per niente è una deformazione dello spirito stesso del concetto di democrazia essere democratici, per quel che ne so io, non vuol dire essere fannulloni. Se poi questo è riscontrabile nella realtà, forse ciò avviene perché ci sono anche repubblicani che, non solo costruiscono da sé (opinabile), ma costruiscono solo per sé, o, meglio, fanno costruire per sé.