• Scienza
  • venerdì 28 dicembre 2012

10 nuove strane specie

Scimmie che starnutiscono quando piove, vespe spietate, funghi SpongeBob: le ha scelte l'Università dell'Arizona tra le scoperte dello scorso anno

Ogni anno centinaia di nuove specie sono scoperte, analizzate e catalogate sul nostro pianeta, e non è un’impresa semplice. Per trovare esseri viventi mai osservati prima, i ricercatori devono spesso compiere lunghe e pericolose spedizioni, raggiungendo aree inospitali con condizioni climatiche estreme. Segue poi una lunga e complessa operazione di verifica, per essere certi che gli esemplari osservati facciano effettivamente parte di una nuova specie, e che non siano quindi appartenenti a una specie già conosciuta e catalogata in passato. A volte capita anche che ci si accorga di una nuova specie standosene seduti alla scrivania, confrontando studi, ricerche e campioni di laboratorio.

Tra le principali istituzioni che si occupano di tenere sotto controllo e rendere coerente l’opera di catalogazione delle specie c’è l’International Institute for Spieces Exploration (IISE) dell’Università dell’Arizona (Stati Uniti). Il centro studi fa anche opera di divulgazione per ricordare l’importanza delle ricerche sulle nuove specie, che ci aiutano a capire meglio come funziona il mondo che abbiamo intorno. Dal 2008, l’IISE pubblica in primavera una propria classifica con le dieci specie più importanti o singolari scoperte nell’anno precedente (qualche mese in più di decantazione è opportuno per evitare brutte sorprese e smentite sulle scoperte). Nella lista del 2012, uscita a maggio e che vi raccontiamo per immagini a pochi giorni dalla fine dell’anno, ci sono minuscole vespe spietate, scimmie che starnutiscono quando piove, funghi con nomi da cartone animato e molto altro.

Mostra commenti ( )