• Mondo
  • domenica 19 agosto 2012

Le foto della fine del Ramadan

Preparativi e preghiere per i tre giorni di festeggiamenti della "festa della fine del digiuno", che inizia oggi in quasi tutto il mondo

In quasi tutto il mondo oggi si celebra l’Eid al-Fitr (ovvero Eid, عيد, che in arabo significa “festa” e Fitr, الفطر, “fine del digiuno”), la festa che sancisce la fine del Ramadan, il mese del calendario lunare islamico dedicato alla purificazione, al digiuno e alla preghiera. Non in tutti i paesi del mondo le celebrazioni cadono nello stesso momento. Il motivo di questa differenza è dato dal fatto che, poiché il calendario islamico è un calendario lunare, il mese di Ramadan finisce nel momento in cui viene avvistata la luna nuova, che segna l’inizio del mese lunare successivo, Shawwal. Questo avvistamento – come quello che ne decide l’inizio – è fatto tradizionalmente a occhio nudo, rifiutando spesso l’ausilio degli strumenti di rilevazione più moderni.

Quest’anno, per esempio, le autorità religiose dell’Arabia Saudita, in seguito all’avvistamento della luna nuova, hanno dichiarato ufficialmente che l’Eid al-Fitr dovrà cominciare domenica 19 agosto. La stessa decisione è stata presa, tra gli altri, anche dal Qatar, dalla Giordania, dall’Egitto, dallo Yemen, dalla Libia e dagli Emirati Arabi Uniti. Anche nei paesi occidentali, nei quali la minoranza islamica è sempre più numerosa, la fine del Ramadan si festeggerà oggi.

(Le foto del Ramadan)

In Pakistan, invece, in seguito alla mancata conferma dell’avvistamento della luna nuova, le autorità hanno annunciato che la festa si dovrà svolgere lunedì 20 agosto. Ma la decisione delle autorità pachistane, come riporta il sito Pakistan Observer, non è stata accettata da tutti e in alcune regioni la festa si svolgerà in ogni caso oggi. Nella regione di Charsadda, sempre in Pakistan, un religioso locale sarebbe stato addirittura arrestato per aver annunciato l’avvistamento della luna nuova venerdì notte, cosa che avrebbe fatto cominciare i festeggiamenti sabato 18 agosto.

L’Eid al-Fitr
L’inizio dell’Eid al-Fitr, che può durare in alcuni luoghi anche tre giorni, cade nel primo giorno di Shawwal, il mese che segue quello di Ramadan. L’Eid al-Fitr è una delle due feste più importanti della religione islamica, insieme all’Eid al-Adha, la festa del sacrificio, che quest’anno cadrà il 26 ottobre.

(Le foto della fine del Ramadan dell’anno scorso)

I preparativi e i rituali per l’Eid al-Fitr cominciano qualche giorno prima della fine del Ramadan. In questo periodo le famiglie dei fedeli donano ai più poveri del cibo, un rito che viene chiamato Sadaqah al-Fitr, ovvero “carità della fine del digiuno” e che serve per dare a tutti la possibilità di festeggiare a dovere la fine del periodo di digiuno. Il giorno dell’Eid al-Fitr, i fedeli e le loro famiglie si riuniscono per la preghiera rituale di fine Ramadan, dopo la quale iniziano i veri e propri festeggiamenti, che potrebbero essere paragonati al nostro Natale.

I festeggiamenti durano fino a tre giorni, che alcuni paesi questi sono giorni di festa nazionale. Durante questi giorni di festa si allestiscono banchetti molto ricchi, si vanno a trovare gli amici e si portano regali ai bambini.

foto: AP Photo/Hassan Ammar

Tutti gli articoli del Post sul Ramadan

Mostra commenti ( )