Baby Lindbergh

La morte di Baby Lindbergh, 80 anni fa

Il 12 maggio 1932 venne trovato il corpo del figlio dell'aviatore Charles Augustus Lindbergh, morto in uno dei casi di cronaca nera più celebri del XX secolo

Il 12 maggio 1932 venne trovato morto vicino a Hopewell, nel New Jersey (Stati Uniti), Charles Augustus Lindbergh Jr., da tutti conosciuto come “Baby Lindbergh”. Baby Lindbergh era il figlio del famoso aviatore statunitense Charles Augustus Lindbergh ed era stato rapito il 1 marzo 1932 dalla sua casa di East Amwell, New Jersey. Il suo corpo, con il cranio fracassato, venne ritrovato a poca distanza da casa. Il rapimento di Baby Lindbergh fu uno dei casi più seguiti del XX secolo dall’opinione pubblica americana ed ebbe molta risonanza nei mezzi di comunicazione del tempo.

Baby Lindbergh era nato il 22 giugno 1930 e venne rapito dalla sua culla al primo piano della casa di campagna dei Lindbergh, tra le 21,30 e le 22 del 1 marzo 1932, mentre suo padre si trovava al piano inferiore e sua madre in bagno. Poco dopo le 22, dato che il bambino non si trovava in casa e all’esterno della casa c’era una scala, appoggiata sulla finestra della stanza di Baby Lindbergh, la famiglia capì che era stato rapito e subito partirono le ricerche nelle zone circostanti. Poco dopo, il presidente americano Herbert Hoover promise che avrebbe “smosso cielo e terra” per trovare il bambino.

In realtà sulla scala c’era anche un biglietto con una richiesta di riscatto scritta in un inglese piuttosto sgrammaticato. Il biglietto diceva che il bambino era in buone mani, ma che per riaverlo sano e salvo la famiglia avrebbe dovuto pagare 50 mila dollari. Non fu l’unica lettera arrivata dai presunti rapitori. Mentre le ricerche della polizia non davano alcun risultato, Lindbergh e John F. Condon, un ex maestro del Bronx, a New York, che aveva offerto il suo aiuto per le indagini, ricevettero diverse lettere dai presunti rapitori di Baby Lindbergh nelle quali tra l’altro si diceva che la cifra del riscatto era stata aumentata a 100 mila dollari.

Il 2 aprile, Condon incontrò un uomo che si presentò come “John” per consegnare il riscatto di 50 mila dollari (la famiglia non ne aveva trovati di più) al cimitero di St. Raymond, a New York. “John”, a volto coperto, gli diede una lettera da aprire qualche minuto dopo. Seguite le istruzioni, Condon lesse nel biglietto che il bambino si trovava con “due donne innocenti” al porto dell’isola di Martha’s Vineyard, nel Massachusetts, in una barca chiamata Nelly. Lindbergh volò immediatamente verso l’isola, ma nel porto non c’era nessuna barca. Il 12 maggio, poi, il corpo di Baby Lindbergh, in stato di decomposizione, venne trovato nei pressi della casa dei Lindbergh da un camionista che cercava un posto per urinare.

1 2 Pagina successiva »
  • Matte’o Tranchesi

    solo sul post si parla di queste storie. thanks.