costaconcordiacam

Costa Concordia, cosa succede oggi

È sparita la campana della nave, ed era sott'acqua in punto in cui solo i soccorritori sono autorizzati a immergersi

Oggi Franco Gabrielli, capo della Protezione Civile e commissario per l’emergenza al Giglio, tornerà sull’isola a parlare con gli abitanti e aggiornarli sullo stato delle operazioni, che intanto sono riprese grazie alle favorevoli condizioni meteorologiche e del mare.

Intanto ieri sera le agenzie di stampa hanno diffuso la notizia della sparizione della campana della Costa Concordia, che pesa decine di chili e si trovava ancora sott’acqua a circa 8 metri di profondità. La sparizione, dice l’ANSA, “risalirebbe ad alcuni giorni fa ed è avvenuta nello stesso tratto di mare attorno al relitto dove quotidianamente avvengono le immersioni per i controlli, le ricerche ed i lavori di messa in sicurezza”: è un fatto inquietante, al di là del valore simbolico della campana, perché lascia pensare che altri oggetti potrebbero essere stati sottratti dalla nave e perché in teoria solo i tecnici autorizzati possono immergersi in quel tratto di mare.

L’altra novità di oggi è l’offerta presentata da Boskalis, società olandese di servizi marittimi, per rimettere in mare la Costa Concordia. L’operazione, dice Reuters, potrebbe costare oltre 100 milioni di euro. Costa Crociere ha dichiarato l’abbandono della nave e vorrebbe rimuoverla dal Giglio intera, mentre vari esperti hanno suggerito di tagliarla in tronconi e rimuoverla a poco a poco.

foto: LaPresse