• Mondo
  • mercoledì 16 febbraio 2011

Governo vecchio

L'Economist ha confrontato l'età media delle nazioni con l'età di chi le governa

Le rivolte che si sono verificate in Tunisia e in Egitto avevano in comune l’età media molto bassa dei manifestanti che hanno protestato contro i loro governi, fino a ottenerne le dimissioni e a ricevere maggiori aperture democratiche. Quelli dell’Economist hanno preparato un grafico per mettere a confronto l’età dei governanti di alcuni paesi con l’età media della popolazione che governano, mettendo in evidenza la notevole differenza di anni. Buona parte dei governanti sono molto più vecchi dell’età media del loro paese.

In Egitto, per esempio, la popolazione ha una età media pari a 24 anni e fino alla scorsa settimana era governata da un uomo, Hosni Mubarak, che ha 82 anni. Differenze di età così marcate si registrano nei paesi dove la democrazia è sostanzialmente assente come in Arabia Saudita, Yemen, Algeria, Cuba e Corea del Nord. Le democrazie come Francia, Gran Bretagna e Germania hanno invece differenze meno marcate. Fa eccezione l’Italia dove l’età media è di poco superiore ai 40 anni e chi ci governa va per i 75.

Mostra commenti ( )