leggo_ibs

Anche IBS fa un suo lettore di ebook

Internet Book Shop presenta il suo reader e imita il modello di Amazon per la vendita degli ebook

Leggo IBS sarà disponibile a partire dal prossimo gennaio ma può già essere prenotato

leggo_ibs

A circa due mesi dalla presentazione di Biblet, lo store online di Telecom Italia per l’acquisto dei libri in formato elettronico, Internet Bookshop Italia ha presentato oggi Leggo, il suo primo lettore di ebook. La società del Gruppo Giunti e Messaggerie intende seguire un modello del tutto simile a quello di Amazon con Kindle, offrendo sia il dispositivo per la lettura degli ebook che i libri stessi in formato elettronico attraverso il proprio sito web. Questa impostazione potrebbe consentire a IBS di raccogliere un alto numero di utenti, che per ora non trovano ancora i titoli in italiano per Kindle, anche se convincere tutti i grandi editori a partecipare al progetto potrebbe rivelarsi complicato per ragioni di opportunismo.

Esteticamente LeggoIBS assomiglia molto al Kindle di Amazon. Lo schermo è da 6 pollici e utilizza la tecnologia e-ink, che consente di risparmiare corrente e allungare la durata della batteria. A differenza di Kindle, il dispositivo IBS è dotato di touchscreen e consente quindi di inviare direttamente i comandi attraverso lo schermo utilizzando uno stilo.

LeggoIBS funziona sia con WiFi che con la rete cellulare, cosa che consente di accedere alla rete e al portale di IBS per scaricare i libri anche quando ci si trova in mobilità. La connessione su 3G è gratuita e viene resa possibile dalla presenza di una SIM interna al dispositivo. Kindle fa la stessa cosa, ma consente di collegarsi su rete cellulare anche all’estero, opzione che non è per ora disponibile con LeggoIBS.

I titoli disponibili per ora su IBS sono quelli pubblicati dalle case editrici Longanesi, Garzanti, Feltrinelli, Giunti, Newton Compton Mondadori, Einaudi, Sperling, Piemme e altri piccoli editori che hanno deciso di aderire al progetto. Dall’elenco mancano ancora i grandi cataloghi di Mondadori, per ora impegnata sul progetto Biblet di Telecom Italia, e di Rizzoli che pare stia lavorando con altri editori per uno store per la vendita degli ebook compatibili con più lettori.

Lo svantaggio del catalogo limitato, per ora ci sono cinquemila titoli, viene comunque compensato dall’alto numero di formati di ebook supportati dal dispositivo. LeggoIBS è infatti in grado di leggere i file PDF ed Epub anche con Adobe DRM, il sistema di protezione utilizzato per evitare la violazione del diritto d’autore attraverso la condivisione non autorizzata degli ebook tra gli utenti. Il sistema legge anche tra gli altri i file TXT, quelli RTF e HTML.

Sul sito di IBS il nuovo ebook reader può già essere prenotato al costo di 199 euro. Le consegne di LeggoIBS non inizieranno, però, prima del prossimo 20 gennaio 2011. Terminata l’offerta, il reader sarà venduto a 219 euro.

Almeno per i primi mesi del prossimo anno, IBS potrebbe avere un buon margine di vantaggio rispetto alla concorrenza. Amazon ha da poco aperto in Italia, ma al momento non vende ancora Kindle a causa della mancanza di un catalogo in italiano di ebook sufficientemente nutrito. Biblet può fare affidamento sul catalogo di Mondadori, ma non ha ancora un sistema completo che comprenda anche i dispositivi sui quali scaricare con facilità e rapidamente gli ebook, malgrado fosse stato annunciato (e mostrato) come imminente un lettore all’inizio di ottobre.

Mostra commenti ( )