• Mondo
  • lunedì 5 aprile 2010

Comincia il baseball, negli USA è primavera

Nella partita d'apertura della stagione Boston ha battuto i rivali Yankees

Stasera a Washington il primo lancio inaugurale da presidente di Barack Obama

“La gente mi chiede cosa faccio d’inverno, quando il campionato è fermo”, disse una volta, ottant’anni fa, Rogers Horsnby dei Saint Louis Cardinals. “Beh, ve lo dico, cosa faccio: guardo fuori dalla finestra e aspetto la primavera”. La primavera è arrivata per le folle di americani che aspettano ogni anno l’inizio del campionato di baseball guardando fuori dalla finestra: ed è arrivata in tutto il suo splendore, visto che ad aprire la stagione sono state le due squadre più amate e più rivali della storia, Boston e New York. E ha vinto Boston, in casa propria: Fenway Park, nome mitologico per gli appassionati.

Gli Yankees di New York, campioni in carica, erano rimasti in vantaggio fino al settimo dei nove inning, quando sono stati sorpassati e infine battuti per 9 a 7. Sox e Yankees si erano incontrati nella partita d’apertura del campionato già nel 2005, dopo la leggendaria vittoria in campionato di Boston che aveva posto fine a una maledizione quasi secolare: allora erano stati gli Yankees a vincere 9 a 2.

Nell’intervallo del settimo inning Steve Tyler degli Aerosmith – bostoniano d’adozione – ha cantato God bless America assieme a sua figlia Chelsea: dopo di che è entrato sul campo Neil Diamond, idolo cittadino per essere l’interprete di Sweet Caroline, adottata come inno non ufficiale dai tifosi di Boston ma in generale dagli stadi di tutti gli Stati Uniti.

La prossima partita di questa serie (si giocano tre partite di seguito con gli stessi avversari) si svolgerà domani sera, martedì. Intanto, stasera a Washington Barack Obama rinnoverà una tradizione che dura da cent’anni, compiendo il primo lancio nella partita tra i Nationals e i Phillies di Philadelphia. Questo è il primo lancio inaugurale di Obama da quando è presidente, ma si era già esibito nella partita degli All Stars l’anno scorso, e il suo lancio era stato assai criticato. “Da ragazo non giocavo a baseball, e così, sapete, non mi viene naturale”, si era scusato lui. Pare che per stasera si sia allenato.

Mostra commenti ( )